a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi

  • Tra tanto vino, un poco di acqua: la regola degli 8 bicchieri al giorno

  • Terreni agricoli a portata di click sul sito della Banca Nazionale delle Terre Agricole

  • La pizza e l’arte dei pizzaiuoli Napoletani è patrimonio dell’UNESCO!

  • I vini di Camillo Montori: la tipicità delle Colline Teramane

  • Evento “Vino a Palazzo” con Fassi e Trimani: gelati e vino, un’infrazione golosa

  • Montepulciano d’Abruzzo DOC: degustazione vino classico Barone Cornacchia 2015

  • Sicilia in bocca a Roma: intervista a Paola, la signora che non valeva fare gastronomia

  • Vino a Palazzo con Giovanni Fassi e l’enoteca Trimani con la partecipazione di Vinosano.com

CULTURA

Una delle storie più belle narrate da Benedetto Croce, è quella di Alfonso d’Aragona e Lucrezia D’Alagno Alfonso, giunto come conquistatore a Napoli vi si trasferì definitivamente, innamorato parimenti dell’amenità dei luoghi e delle dolce, giovanissima Lucrezia. Spesso si tratteneva a Torre del Greco, nei giardini della casa dove vivevano i D’Alagno, dove si era fatta edificare una stanza. Lí la fertilità della terra si rivelava in tutta la sua profumata bellezza e della sua regale generosità tutti i D’Alagno ebbero modo di fare esperienza. Lucrezia, aspettando di poter diventare regina alla morte della ormai non troppo in salute Maria di Castiglia, amava considerarsi piuttosto la fidanzata che l’amante del re. E come tale era trattata da ambasciatori e sovrani che sovente venivano ricevuti in quei giardini prediletti dal re. La tradizione vuole che Alfonso abbia importato, proprio nella zona vesuviana, i suoi vitigni preferiti: un’uva bianca, rotonda, dalla consistente buccia dorata. Un’uva

SALUTE

Manca poco all’appuntamento più goloso dell’anno. Si profila un periodo di generosi pranzi , di aperitivi e brindisi con gli amici, di “cedimenti”. Parliamo allora della più facile e democratica alleata: l’acqua! L’azione detossinante dell’acqua aiuta a ripristinare il benessere del corpo: sono sufficienti “8 bicchieri” lungo il corso della giornata - come consigliano gli esperti - per beneficiare degli effetti positivi che l’assunzione giornaliera di un’adeguata quantità di acqua possono apportare al nostro fisico. Inoltre, il potere detossificante di questo elemento è in generale un prezioso strumento di prevenzione, poiché contribuisce all’eliminazione del carico tossico che si accumula in questo periodo che precede le festività. Tra i cosiddetti organi “emuntori”, che hanno il compito di eliminare gli elementi di scarto prodotti dal nostro organismo nel corso dei processi metabolici, sono in particolare due quelli maggiormente soggetti ad affaticamento e quindi più bisognosi di essere “depurati” da un adeguato apporto di liquidi:

NEWS
Iscriviti alla Newsletter

Vinosano parla di voi

a

Azienda Agricola Camillo Montori

Dicono del vino

“Per arrivare a risultati di eccellenza occorre una ricerca unica, capace di individuare quegli elementi di qualità che la natura ci offre”.

Donato Lanati – enologo


“Ghermii il bicchiere, dubbioso se vuotarlo o scagliarlo contro la parete o magari contro i vetri di faccia. Finii col vuotarlo d’un fiato. Questo era l’atto più energico perché asserzione della mia indipendenza: mi parve il miglior vino che avessi avuto quella sera”.

Italo Svevo – da Vino Generoso


“Amici, in nome di Dio, non mi scavate la tomba se non a Qutrabbul fra i frantoi e le vigne , e non mi mettete vicino alle spighe. Chi sa che io non senta nella mia fossa, quando si pigia il vino, il calpestio dei piedi”.

Omar Khayyam – poeta del V sc dell’Egira (XI d.c.)