a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi

HomeEventi

Eventi

Ve lo dirà qualsiasi manuale per sommelier: vino e gelato non si possono abbinare, poiché il freddo anestetizza le papille gustative e inoltre non permette una sufficiente evaporazione dei vari componenti odorosi in bocca. Ma durante l’evento "Vino a Palazzo" organizzato presso il Palazzo del Freddo di Giovanni Fassi (via Principe Eugenio 65 – 67 all’Esquilino), abbiamo assistito a una dolcissima infrazione di questa regola aurea: due famiglie unite da una storica amicizia e dal ruolo di portabandiera dell’eccellenza "made in Rome", la gelateria Fassi e l’enoteca Trimani, si sono alleate per commettere il crimine e il risultato è stato strepitoso. Andrea Fassi, facendo sfoggio di un’arte che si potrebbe definire alchemica,ha trasformato due prestigiosi vini dell’Azienda Colacicchi prodotti dai fratelli Trimani in tre diverse creazioni: un sorbetto a base di vino bianco "Stradabianca", dai sentori piacevolmente marsalati; un gelato alla crema antica con salsa a base di vino "Schiaffo" e pere cotte nel medesimo vino, un rosso fragrante e deciso in cui si possono apprezzare sentori di ginepro e pepe, composto da uve Cabernet, Merlot e Cesanese; infine un Sanpietrino, il celebre semifreddo alla panna prodotto di punta della gelateria Fassi, dal morbido cuore aromatizzato al vino rosso racchiuso in un

Leggi di più

Sarà un pomeriggio ricco di degustazioni a base di gelati al vino, l’evento organizzato presso il Palazzo del Freddo di Giovanni Fassi (via Principe Eugenio 65 – 67 all’Esquilino) in collaborazione con l’enoteca Trimani L’obiettivo dell’appuntamento è quello di dare valore alla tradizione romana e del Lazio in tutti i suoi aspetti, con protagonista il vino e le eccellenze prodotte nella regione. Sarà possibile degustare gratuitamente, a partire dalle ore 16.00 fino alle ore 19.00 i vini della Colacicchi di Anagni e de Il Distretto del Cesanese. Andrea Fassi realizzerà attraverso la sua arte dei deliziosi sorbetti a base di vino bianco, servito con ciambelline in crema e pere al vino con salsa di rosso in un Sanpietrino al vino. All’evento parteciperà Emanuela Medi che presenterò vinosano.com sito vuole promuovere la cultura del vino. Claudio Chiricolo

Leggi di più

Se siete amanti del vino non prendete impegni per Sabato 2 e Domenica 3 dicembre All’Acquario Romano (Piazza Manfredo Fanti, 47) andrà in scena la seconda edizione di Wine Hunter 2017: l’evento dedicato al mondo del vino che conta più di 60 aziende vitivinicole proveniente da tutta Italia. Anche quest’anno: Roma e Helmuth Kocher saranno insieme. Visto il successo dello scorso anno, verrà rinnovata la fusione tra cucina e vino, con il tema dominante del Natale! Sarà presente per l’occasione NikoSinisgalli, definitivo un vero e proprio chef scultore per i suoi piatti: vere opere d’arte. Da non mancare al winehunter Protagonista nella Capitale, anche la “cinegustologia” di Marco Lombardi (Enoteca al Parlamento), che racconterà Massimo Viglietti come Jim Jarmusch, realizzando due piatti a 2 dei suoi film. Ancora vedremo i migliori maestri della Pasta della Capitale sfidarsi per realizzare il tortellino più buono di Roma, tra i prodotti principi della tradizione culinaria natalizia Romana. Infine sarà possibile assistere alla realizzazione e degustare i migliori cocktail a base di vini, creati dai migliori bartender Romani. Claudio Chiricolo

Leggi di più

Gioiello del Wine Festival di Merano la serata dedicata ai 30 anni della linea Sanct Valentin della produzione dei vini della cantina San Michele Appiano. L'intuizione dell'allora trentenne winemaker Hans Terzer è stata confermata negli anni da una linea che ha prodotto 5 milioni e mezzo di bottiglie in tutto il mondo distribuite tra Sauvignon Blanc, Pinot Bianco, Pinot Grigio, Chardonnay, Gewurztraminer e più recentemente con i rossi Kagrein e Pinot Nero e la nuova cuvee Cabernet-Merlot 2013 che verrà presentata a Verona al Vinitaly. Fiore all'occhiello della serata di gala del Wine Festival di Merano, ancora una volta è stata la presentazione di Appius 2013 il "vino da sogno" di Hans Terzer, il meglio di uve accuratamente selezionate, affiancato da un lavoro meticoloso in cantina. Chardonnay in prevalenza, Pinot Bianco, Pinot Grigio e Sauvignon Bianco a formare una cuvee che ancora una volta ha rispettato al meglio l'annata. "'Il 2913 - dice Terzer - è stato un anno con uva tardiva che ha avuto una acidità spiccata e aromi pronunciati". Al naso sentori di frutta esotica, papaya, ananas, spezie dolci, frutto della passione e note floreali come il sambuco. Certamente un naso complesso riconoscibile al palato cremoso e denso della lunga persistenza. Tutti

Leggi di più

“Qualità è emozione, eccellenza è l’impressione di immergermi in qualcosa che mi deve coinvolgere, sia esso vino o dolce”. Spiega così Helmut Kocher, instancabile WineHunter, i caratteri del suo Winefestival, giunto quest’anno alla 26^ edizione. Oltre 4000 etichette di selezionate aziende produttrici, non meno di 450 case vitivinicole tra le migliori in Italia e nel mondo, 200 artigiani del gusto e 15 cuochi di spicco. La grande Kermesse inizia il 10, ma è preceduta il 9 dal convegno “Naurae&Purae” ai Giardini Trautmansdorff cui intervengono esperti del mondo del vino per rispondere alla domanda "Quo vadis? Food&Wine, the future is natural? Ovvero i vini del futuro risponderanno alla domanda della sostenibilità purezza e naturalezza. E’ ormai indiscussa la forte ascesa del mondo del bio certificato che secondo alcune statistiche di AssoBio, basate sui dati Nielsen circa l’andamento delle vendite biologiche, hanno dimostrato un +19% rispetto al 2016 e la crescita di realtà produttive un tempo di nicchia che producono con metodologia biodinamica”. "Con Bio&Dynamica - dice Helmut Kocher patron del Festival - ho voluto dare risalto a questo settore che sta in parte interpretando il futuro dell’enologia, attento a un concetto di garanzia che deve dare un azienda il cui prodotto finale viene acquistato dal consumatore.

Leggi di più

L’11 e il 12 Novembre, presso l’hotelWestinExcelsior, si terrà “Vignaioli Naturali a Roma”. L’evento, tra più importanti dedicati al vino naturale, vedrà la partecipazione di oltre 50 produttori da tutta Europa. Per l’occasione, abbiamo pensato a cinque vini “simbolo” che troverete in degustazione e che non potete assolutamente perdervi!   La Distesa – Terre Silvatee Gli Eremi Chiunque abbia visto “Resistenza Naturale” di John Nossiterricorderà la figura di Corrado Dottori, eversivo vignaiolo-filosofo e pioniere dell’antroposofia steineriana. “Terre Silvate” e “Gli Eremi”, sue irreverenti espressioni di Verdicchio dei Castelli di Jesi, saranno disponibili per l’assaggio presso lo stand di “Terroir Marche”. Trovateli, ammirateli e non lasciatevi intimorire dalle loro tinte stravaganti, ma immergetevi nel profluvio di sensazioni veraci che sapranno regalarvi! Praesidium – Rosato Terre Aquilane Da vigne adagiate sui clivi della Valle Peligna, nei pressi del borgo di Prezza (un tempo noto come “Praesidium”)un Rosato anticonformista, “forte e gentile come un abruzzese verace”. Scavate nel suo profilo da piccolo rosso e, tra vaghi rimandi al Pinot Noir, percepirete la tenacia, la tensione, il dinamismo e la generosità del Montepulciano di Montagna. Damiano Ciolli - Cesanese di Olevano Romano “Silene” L’ esuberante Damiano Ciolli è tra i pochi rappresentanti della regione ospitante. Dinamico e singolarmente elegante, il suo

Leggi di più

Parigi è la capitale del buon gusto anche a tavola e in autunno ospita tre imperdibili occasioni per celebrare la sua gastronomia, non solo Patrimonio immateriale culturale dell’Umanità, ma anche ingrediente fondamentale dell’art de vivre alla francese. Questo elemento di identità nazionale sarà protagonista a Parigi nei prossimi mesi in tre diverse declinazioni: cucina stellata, buon vino e cioccolato, una città così golosa che piacerà proprio a tutti… Tous au Restaurant, 18 settembre - 1 ottobre Giunto all’ottava edizione, è ormai considerato dagli amanti della cucina francese l’evento più importante della stagione. Al motto de Votre invité est notre invité - per ogni menù acquistato gli chef ne offrono uno identico gratuito. Quindici giorni per assaggiare la cucina dei più rinomati ristoranti stellati, dei bistrot dallo stile contemporaneo e delle vivaci brasserie per conoscere da vicino il talento dei giovani chef o riscoprire la tradizione delle cucine regionali. Tous au Restaurant è un'opportunità per godere dell’eccezionale maestria degli chef che hanno fatto di Parigi la capitale mondiale della gastronomia. Info: www.tousaurestaurant.com Fête des vendanges de Montmartre - La vendemmia di Montmartre, 11-15 ottobre Uno degli eventi più classici e amati di sempre nell'autunno parigino, giunto all’ottantaquattresima edizione: la festa della vendemmia viene celebrata dal 1934 sulla

Leggi di più

Un viaggio nella Sicilia dei grandi territori: FIRRIATO. Un’ azienda che racchiude l’intero panorama enologico della Sicilia: dalle terre nere dell’Etna, alle colline che guardano il mare di Trapani, all’isola di Favignana nelle Egadi. A Roma il 16 Ottobre, nella splendida cornice di Villa Miani “Experiencing Firriato”, evento non solo enologico con la presentazione dei vini delle sei tenute agricole dell’azienda, ma anche alta gastronomia con la presenza di Vincenzo Candiano, 2 stelle Michelin. Visita il sito di Firriato Visita il sito di Villa Miani

Leggi di più

Molto rumore per nulla? Non proprio visto che il gruppo Santa Margherita di proprietà della famiglia Marzotto, guidato dall’ad Ettore Nicoletto, ha segnato un altro colpo. Dopo il recente acquisto de la MESA ( 70 ettari nel Sulcis Iglesiente) in Sardegna, sta perfezionando l’acquisizione di CA’ MAIOL, una delle più importanti aziende del Lugana ( 140 ettari, 25 già a biologico ). Vino con una notevole esportazione all’estero, circa l’85% della produzione. Santa Margherita è un’azienda che gode di grande salute con i brand Santa Margherita appunto, Torresella, Ca’ del Bosco, Kettmeir, Lamole di Lamole, Vistarenni, Sassoregale e Terreliade, Mesa, Lugana con Ca Maiol, per un totale di 19 milioni di bottiglie vendute ogni anno in 90 paesi del mondo.

Leggi di più

Dal mio giro in Alto Adige non poteva mancare Alois Lageder , grande sperimentatore Altoatesino che ha recentemente lanciato la linea “ LE COMETE: un numero di bottiglie molto limitato a sugellare l’unicità e l’irrepitibilità di ognuna, come una impronta di DNA. Proprio come l’etichetta applicata a queste bottiglie che rappresenta appunto, una cometa disegnata a mano.. con un polpastrello!

Leggi di più