Linea “Sanct Valentin” | Vinosano

a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
 

Linea “Sanct Valentin”

Ci piace sperimentare nuove vie di comunicare il vino: questa volta abbiamo optato per un’insolita versione grafica, con l’intento di esaltare convergenze e divergenze tra i quattro vini della linea “Sanct Valentin” di San Michele Appiano.

Ma cosa accomuna i vini “Sanct Valentin”? Sicuramente il perfetto equilibrio tra potenza e finezza aromatica, risultato di un connubio ideale tra il “terroir” altoatesino ed una lavorazione mirata ad esaltare la ricchezza gustativa. E poi, la tanto discussa mineralità, connotato distintivo di tutti i vini migliori di questo territorio, frutto di luce, ventilazione e (probabilmente) dei suoli morenici.

Tutto il resto varia, ed è per questo che, a nostro avviso, l’istogramma è la soluzione ideale:

  • Per “fruttato fresco” si intendono sentori che richiamano la frutta fresca ed acida come gli agrumi o la frutta nostrana non troppo matura
  • Per “fruttato maturo” si intendono sensazioni di fruttata nostrana che tende alla confettura o di frutta esotica (mango, papaya, ananas, litchi ecc.)
  • Per “floreale fresco” si intendono ricordi di fiori bianchi o gialli in piena fioritura.
  • Per “etereo” si intendono sentori evolutivi che ricordano prodotti “chimici” come, ad esempio, gli idrocarburi.
  • La dolcezza è legata alla percezione del residuo zuccherino ed è diversa dalla morbidezza
  • L’ equilibrio è il parametro che valuta la coesione tra le varie sensazioni gustativa

Emanuela Medi – Raffaele Mosca, sommelier

Condividi sui social network
Scritto da

VINOSANO nasce nel 2014 come naturale proseguimento di VIVERE FRIZZANTE, edito Diabasis, un saggio di Emanuela Medi giornalista scientifica che ha voluto indagare sul rapporto ”vino e salute”. Dati, ricerche , interviste hanno messo in luce i tanti aspetti positivi per la salute, ma anche negativi della più antica bevanda della storia. Ma allora, come oggi, il bere positivo ha un significato più profondo: parla di noi. VIVERE FRIZZANTE come VINOSANO: un percorso nella trasversalità del vino

Nessun commento

Lascia un commento