a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi

 

Vendemmia 2017 alle battute finali: le news da Vinosano

Vendemmia alle battute finali

Ultimi grappoli di uva rossa, Croatina Barbera e Uva Rara vendemmiata in questi giorni sulle colline di San Colombano. Calo medio fra il 10-15% soprattutto per lo Chardonnay – spiega la Coldiretti di Milano, Lodi, e Monza Brianza – con tagli del 30% anche nella Franciacorta bresciana e dell’Oltrepo’pavese. Uva di grande qualità – dice Diego Bassi presidente del Consorzio Vini Doc San Colombano – con livelli mai visti. Il San Colombano è uno dei vini di eccellenza che contribuisce all’export italiano il cui valore ha raggiunto i 5 miliardi di export.

Vino, Antonelli: “A Montefalco calo del 40%”

Vendemmia non facile nella zona di Montefalco con un calo della produzione di almeno il 40%. Lo afferma Filippo Antonelli, titolare della storica azienda Antonelli San Marco di Montefalco (Perugia) che produce 50 mil bottiglie di Montefalco Sagrantino DOCG. “Ci aspettiamo – ammette – una qualità media dai primi assaggi in bicchiere, anche se siamo all’inizio della vendemmia. In realtà lo stress idrico di questa estate non è stata positiva perché ha bruciato troppo l’acidità. Stiamo valutando – dice ancora Antonelli – di chiedere lo stato di calamità”.

Donnafugata presenta: Floramundi Cerasuolo di Vittoria

Una ulteriore eccellenza del vino siciliano è stata presentata da Antonio Rallo, alla guida del’azienda assieme alla sorella Josè. Da uve Nero d’Avola e Frappato “E’ una interpretazione – dice il produttore – ben riuscita del nostro Cerasuolo di Vittoria DOCG. Con questo vino abbiamo esteso l’area di produzione anche nell’area di Vittoria, collocata nella zona della Sicilia sud-orientale e sull’Etna, oltre alla storica Contessa Entellita nel cuore della Sicilia occidentale, e sull’isola di Pantelleria”.

Claudio Chiricolo

Tag degli articoli
Scritto da

VINOSANO nasce nel 2014 come naturale proseguimento di VIVERE FRIZZANTE, edito Diabasis, un saggio di Emanuela Medi giornalista scientifica che ha voluto indagare sul rapporto ”vino e salute”. Dati, ricerche , interviste hanno messo in luce i tanti aspetti positivi per la salute, ma anche negativi della più antica bevanda della storia. Ma allora, come oggi, il bere positivo ha un significato più profondo: parla di noi. VIVERE FRIZZANTE come VINOSANO: un percorso nella trasversalità del vino

Nessun commento

Lascia un commento