a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
Home2019agosto (Pagina 5)

agosto 2019

“Uve sane nell’intera regione, con una buona quantità di produzione, di poco inferiore al 2018 ma superiore al 2017, nei giusti parametri disciplinari, e con un ottimo grado zuccherino”. E’ questo il giudizio di Coldiretti alla vendemmia 2019 di varietà bianche in Calabria. Tutto nella norma, quindi, dov’è la novità? La novità, anche se è un fatto accaduto già lo scorso anno, risiede nel fatto che questa indicazione è stata rilasciata qualche giorno prima dell’inizio del mese di agosto! In Calabria infatti è stato disposto in deroga, su richiesta di Coldiretti, con decreto dirigenziale n. 8987 del 25 Luglio 2019, l’anticipo delle operazioni di vendemmia al 25 Luglio, a causa dei cambiamenti climatici che hanno caratterizzato l’anno, ed hanno portato a maturazione precoce alcune varietà di uve bianche, nello specifico parliamo di Chardonnay, Sauvignon B, Traminer Aromatico e Manzoni Bianco. I produttori stanno dunque monitorando, giorno per giorno la situazione all’interno delle vigne, pronti a partire con le operazioni vendemmiali; singolare come si è passati dalle basse temperature di aprile a maggio che non lasciavano ben sperare, ad un anticipo nella produzione 2019.

Il cibo che quotidianamente mettiamo sulle nostre tavole, o che ordiniamo al ristorante, non è una merce qualsiasi ma un condensato di valori sociali, culturali ed ambientali. È questa la filosofia che ha spinto la Federazione Italiana Pubblici Esercizi a realizzare un vero e proprio manifesto per una ristorazione sostenibile, nel quale vengono illustrate le linee guida per una lotta concreta allo spreco alimentare, spiegando come sia fondamentale acquistare materie prime di qualità ma al giusto prezzo, valorizzare e formare il personale o incentivare i clienti a portare via quanto non viene consumato. E non è tutto: un secondo testo, che rappresenta un vero a proprio decalogo anti-spreco, è stato redatto e, se il primo ha come destinatario i ristoratori italiani, il secondo vuole raggiungere tutti i cittadini impegnati nelle proprie cucine, e prima ancora, nel fare la spesa, sensibilizzandoli sul tema dello spreco alimentare. Il breviario è stato scritto con la collaborazione dello Chef Franco Aliberti, che ha fatto della circolarità e dell’utilizzo di materie prime povere la sua filosofia. “È importante insistere e continuare a lavorare per valorizzare sempre più i modelli di ristorazione che riducano gli sprechi, attraverso una sostenibilità che sia prima di tutto di sistema. Il nostro, infatti,

Il più delle volte succede che da imprenditori  di successo ci si innamori del vino e si diventi anche importanti produttori, per Massimo Gianolli è avvenuto esattamente il contrario. Cresciuto in campagna nei possedimenti di famiglia  precisamente in Valpantena (è nato a  Biella nel 1966) , si innamora di quella parte della provincia Veronese ricca di prati e di ciliegi.