a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi

settembre 2019

Lo scorso luglio l’andata, un viaggio tra i sapori della cucina della Sicilia occidentale ospiti nella capitale del Barocco siciliano. A settembre il ritorno al ristorante una stella Michelin I Pupi, a Bagheria che ospita la seconda tappa di “Bagheria – Noto, andata e ritorno”. Lo chef padrone di casa, Tony Lo Coco aprirà la sua cucina all’estero e al talento di Marco Baglieri del Ristorante “Crocifisso” di Noto, per mettere insieme cultura, tradizioni e gusto del continente Sicilia.  Domenica 8 settembre, a partire dalle 20, in via del Cavaliere a Bagheria si celebrerà l’unione delle tradizioni gastronomiche e delle sperimentazioni che quotidianamente si sviluppano nelle cucine dei due chef. “Condividere la cucina con un collega è sempre interessante e stimolante -  afferma Tony Lo Coco – e lo diventa ancora di più quando ci si confronta con tradizioni gastronomiche in parte diverse. Fare incontrare le nostre cucine vuol dire creare un racconto nuovo che scopriremo insieme ai nostri ospiti”. I piatti degli chef saranno abbinati ai vini dell’azienda Tasca D’Almerita Per maggiori info è possibile scrivere a info@ipupiristorante.it .

Ancora pochi giorni per l’invio dei campioni( fino al 30 Settembre)dei due vitigni internazionali: Merlot e Cabernet Sauvignon. Il concorso che si svolge secondo le regole dell’OIV( Organizzazione Internazionale della vite e dell’olio,) è organizzato dal Consorzio di Tutela Valcacepio con il sostegno dei vignaioli Bergmaschi e la supervisione del Centro Studi Assaggiatori di Brescia e dell’Università Cattolica di Piacenza. L’appuntamento è per il 17-19 Ottobre e la degustazione si svolgerà alla Fiera di Treviglio(BG) negli stessi giorni di B2CHEESE. Appuntamento quindi dei più prestigiosi per conoscere il meglio del Merlot e del Cabernet Sauvignon in blend , in purezza o in incroci, cui assegnare le medaglie d’oro dopo una selezione- lo scorso anno -di ben 85 giurati di 31 nazioni.

Non solo raffinatezza ed eleganza all’hotel Mandarin Oriental, di Milano ma anche e soprattutto la certezza oltre che dell’alta cucina di Antonio Guida, due stelle Michelin  di prodotti ittici che non fanno discutere. Anche SETA altro ristorante del lussuoso Hotel  ha accettato la proposta del fornitore certificato Mazara Fish, storico  distributore del Mercato Ittico di Milano- a certificarsi Fiend oof the Sea per cercare prodotti ittici certificati sostenibili. e a dare  un supporto fattivo per la sua adesione al progetto Sustainable Restaurants, che seleziona e premia i punti di ristorazione che utilizzano prodotti ittici certificati Friend of the Sea,,organizzazione standard di certificazione internazionale per la pesca e l’acquacoltura sostenibili.   IL MANDARIN SETA ha voluto cosi dare prova di scendere in campo contro lo sfruttamento delle specie ittiche, ma anche dei lavoratori, e di appoggiare metodi di pesca selettiva nel pieno rispetto dell’ambiente e dell’uomo. Ad oggi, sono oltre 400 i ristoranti elencati nel progetto Sustainable Restaurants. La lista completa, suddivisa per città, è disponibile scaricando l’App Sustainable Restaurants su Play Store ed Apple Store.

Certo che di incontri, manifestazioni,  degustazioni, giurie , premi ne segnaleremo tante forse troppe ma le eccellenze nel nostro paese sono molte e perché non citarle soprattutto quando sono prodotti importanti frutto di lavoro e passione. Iniziamo da questa triplice alleanza ASTI DOCG, CHIANTI DOCG e PROVOLONE LALPADANA DOP che si incontrano  per fare conoscere al grande pubblico il mondo delle Indicazioni geografiche del Food and Wine. 10 appuntamenti dal 17 settembre presso il Ristorante il Violino in Via Siccardo 3 a Cremona, alle ore 18.. “E’ il primo anno in cui, grazie alla possibilità offerta dal MIPAFT con il finanziamento di un progetto di promozione delle DOP del territorio piemontese (Consorzio per la Tutela dell’Asti Docg), toscano (Consorzio Chianti Docg) e lombardo (Consorzio Tutela Provolone Valpadana), si avrà la possibilità di degustare e conoscere, nelle loro principali peculiarità, questi tre importanti prodotti del wine e food, conosciuti non solo a livello nazionale, ma che hanno conquistato il palato di consumatori internazionali. – ha dichiarato Romano Dogliotti, Presidente del Consorzio per la Tutela dell’Asti DOCG -    Saranno organizzati momenti di degustazione attraverso i quali alcuni professionisti del settore enogastronomico guideranno gli ospiti in un mondo di gusti e profumi tipici