a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
 

Basta scartoffie per certificazioni e tracciabilità, grazie al sistema “Dioniso”

Si tratta dell’ultima novità tecnologia applicata al mondo del vino, è appena nata ed ha l’obiettivo – molto ambizioso – di ridurre le scartoffie del mondo del vino e di migliorare e rendere “smart” il sistema di certificazione e tracciabilità dei vini Dop e IGP. A sviluppare il sistema ci hanno pensato i big del settore tecnologico, Cisco e Hitachi, mentre l’idea è di Valoritalia. Il sistema è stato illustrato a Roma.

Due  le caratteristiche principali del nuovo progetto telematico: un motore di ricerca ed indicizzazione delle informazioni e gestione delle documentazioni (Document Management), ed in secondo luogo un sistema concepito per favorire la dematerializzazione dei processi, con un occhio anche al suo utilizzo su dispositivi mobili (WorkFlow Management).

Inoltre, Dioniso sarà predisposto per scambiare automaticamente i dati con i vari sistemi attualmente esistenti, compreso il registro Sian, messo in piedi dal Ministero delle Politiche Agricole, grazie al quale sarà possibile ottenere addirittura una certificazione direttamente Online.

Quali saranno i principali vantaggi dell’introduzione del sistema Dionisio? È presto detto: i produttori vitivinicoli saranno più veloci nei processi di certificazione, e dovranno compilare meno documenti fisici.

Claudio Chiricolo

Tag degli articoli
Condividi sui social network
Scritto da

VINOSANO nasce nel 2014 come naturale proseguimento di VIVERE FRIZZANTE, edito Diabasis, un saggio di Emanuela Medi giornalista scientifica che ha voluto indagare sul rapporto ”vino e salute”. Dati, ricerche , interviste hanno messo in luce i tanti aspetti positivi per la salute, ma anche negativi della più antica bevanda della storia. Ma allora, come oggi, il bere positivo ha un significato più profondo: parla di noi. VIVERE FRIZZANTE come VINOSANO: un percorso nella trasversalità del vino