a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
HomeAttualità (Pagina 2)

Attualità

Una palla a due speciale per l’avvio del campionato giovanile  2019-2020 alla presenza del Ministro Vincenzo Sadafora, in visita a all’IRCCS Santa Lucia di Roma dove lo sport terapia è uno strumento fondamentale per la neuroriabilitazione. Basket, quindi ma anche tennis tavolo, nuoto, scherma calcio balilla le attività per i tanti giovani segnati da handicap neuro- motori. In loro aiuto gli esoscheletri. Nel Laboratorio di Neuroriabilitazione Robotica diretto dal Dottor Marco Molinari, il Ministro ha assistito a una dimostrazione del training dedicato ai pazienti con lesioni spinali per l’utilizzo dell’esoscheletro, lo strumento robotico indossabile che attraverso l’interazione intelligente con il corpo umano consente di mantenere la posizione eretta e camminare a persone che hanno perso l’uso delle gambe. Sullo sviluppo di esoscheletri evoluti  Marco Molinari ha spiegato “Mentre nell’attività clinica di neuroriabilitazione impieghiamo quotidianamente queste tecnologie, avvalendoci di personale altamente specializzato, la sfida che stiamo affrontando sul fronte della ricerca è quella di raggiungere il massimo grado possibile di personalizzazione di questi dispositivi, per supportare al meglio ogni paziente”

12 miliardi di euro l’anno: è lo sperpero alimentare dentro le mura di casa: uno spreco cui le famiglie italiane non sembrano farci caso, visto che è naturale buttare nel cestino della spazzatura “gli avanzi” e tutto quello che alla rinfusa è stato stivato nel frigorifero salvo rivelarsi scaduto e spesso ammuffito. Lo rivela una ricerca effettuata dall’Università di Bologna e dal Ministero dell’Ambiente su un campione di 400 famiglie. Il dato interessante è  la mancata percezione dello sperpero e dei propri errori mentre marcata è la tendenza a incolpare gli sprechi nel settore commerciale (ristoranti, bar) e in quelli pubblici (scuole, ospedali). Da qui la campagna Spreco Zero (sprecozero.it) volta a sensibilizzare le famiglie a adottare buone  pratiche come la lista minuziosa della spesa, il controllo della scadenza riportata sulle etichette, l’utilizzo ordinato del frigo.

Pane e olio : una merenda d’altri tempi ma tornata di attualità grazie al progetto nelle scuole di Diano Marina con olio DOP Riviera Ligure. E' così dal primo giorno di questo anno scolastico, le famiglie sono state infatti invitate a fornire ai figli solo il pane per la " Sana Merenda": l'olio DOP lo ha fornito il Consorzio di Tutela dell’Olio Extravergine di Oliva DOP Riviera Ligure. Un progetto che il Consorzio ha sviluppato con l’Istituto Comprensivo di Diano Marina, diretto da Patrizia Brosini, comprendente cinque classi della scuola primaria  e tre sezioni della scuola dell’infanzia “L’Aquilone”. "Con questa iniziativa abbiamo voluto sensibilizzare anche i più piccoli sul tema di una corretta alimentazione dove l'olio, ricco di antiossidanti e di vitamine utili alla crescita, ha un ruolo centrale" - spiega Carlo Siffredi, presidente del Consorzio di Tutela dell'Olio DOP -. L'iniziativa a Diano Marina rientra perfettamente nelle direttive ministeriali volte a migliorare la dimensione nutrizionale dei bambini Un bambino su tre nella fascia 6-9 anni in Italia è sovrappeso o obeso, il tasso maggiore di tutta l'Europa. Il rapporto sulla malnutrizione infantile della Ong Helpcode sottolinea che sono circa 100mila i bambini in sovrappeso nel nostro Paese, con una prevalenza dei maschi

A volare saranno 78 milioni di tappi: le bollicine italiane le protagoniste indiscusse del Natale 2019. Le previsioni di UIV-ISMEA indicano un aumento dei consumi del 5,9% in più rispetto lo scorso anno: di queste 74,7 milioni di produzione italiana, in aumento dell’8% sul 2018, il resto importate dall’estero che invece scende. In media ogni italiano consumerà circa 3 bottiglie di bollicine, calcolando i consumatori di vino che sono circa 29 milioni di persone. All’estero la locomotiva bollicina Italiana, corre con un export di 109 milioni di bottiglie e un aumento del 6%rispetto il 2018. “ Un segnale- dice Paolo Castelletti segretario generale Unione Italiana Vini- che i nostri prodotti sono sempre più cercati e riconosciuti  sui prodotti esteri” Le preferenze vanno al Trentodoc, Oltrepò Pavese e Franciacorta, come anche quelle a metodo classico, come Asti e Prosecco, o provenienti da zone considerate minori dall’Abruzzo alla Sicilia ,Toscana e centro Italia che in questi ultimi anni hanno avuto un aumento significativo di produzione. E visto che parliamo di qualità non possiamo non citare le bollicine di Maurizio Zanella con la nuova arrivata Riserva 2010 firmata Annamaria Clementi di Cà del Bosco: tre gioielli Franciacorta Annamaria Clementi , Annamaria Clementi Rosè,

Govone e il suo celebre mercatino conquista il 13° posto nella classifica europea Best Christmas Markets 2020. Il più piccolo paese tra tutti i partecipanti per numero di abitanti (2.200) dà lustro ad altri due siti riconosciuti dall’Unesco, patrimonio dell’umanità: ovvero il Castello di Govone, l’antica residenza sabauda, e il paesaggio vitivinicolo Langhe-Roero con le su splendide colline. Dopo Budapest vincitrice del premio, Vienna seconda classificata, Bruxelles e alle spalle di Praga, Govone si è aggiudicata quest’anno il titolo di più grande d’Italia con 117 espositori e lo scorso anno con ben 200.000 visitatori, molti dei quali stranieri, che affollano una intera cittadina partecipe e protagonista del famoso mercatino . Mercatini europei  Hanno tutti una storia molto antica: nascono in Germania e in Alsazia dove nella piazza principale delle grandi città, le fiere che si tenevano vicino il Natale per scambiarsi i prodotti, finirono per identificarsi con questo, in particolare nel periodo dell’Avvento. Le specialità gastronomiche locali insieme all’artigianato sono sempre state il richiamo principale con le ormai un poco troppo scontate bancarelle, storicamente chiamate casette. Ma è l’atmosfera, la piazza attorniata da dimore storiche, le luci che non si vogliono sfacciate ma accompagnate da bracieri di fuoco ( tradizione tipica dei

Non più la cenerentola dei grandi rossi e dei famosi bianchi ,il 2020 sorride ai vini rosè, in grande forma sul mercato italiano e non solo: un consumatore su 4 beve regolarmente vini rosati  ,un trend trasversale che coinvolge gli spirits, in attesa del Prosecco rosè. A proposito del Prosecco confermata l’ascesa con un +28% dei consumi nei paesi del Nord Europa. Ma torniamo al rosè  ricordando quanto sia delicato e complesso il processo di vinificazione che esclude il semplice assemblaggio di vini bianchi e rossi e che si diversifica in tre fondamentali tecniche: VINIFICAZIONE IN ROSSO di uve povere di materia colorante che avviene per macerazione delle uve a contatto con il mosto,  da cui il trasferimento dei pigmenti ,tannini e aromi dalla buccia al mosto . In questo caso i vini avranno un colore molto carico. PRESSATURA DIRETTA o vinificazione in bianco procedimento che consiste in una pressatura soffice, rapida che consente di ottenere vini non troppo colorati. SALASSO  utilizzato in particolare in Francia con i passaggi che sono gli stessi della vinificazione in rosso con successiva macerazione a bassa temperatura che può durare da poche ore a 24-36 ore. Procedimento per i rosati adatti all’invecchiamento. E se Oltralpe

Un vino che emoziona per la storia che custodisce: il Prefillossera di Palmento Costanzo, nuova etichetta della cantina in contrada Santo Spirito, Etna, racconta il vulcano nella sua complessità culturale e nella sua evoluzione come territorio vocato ad un’agricoltura eroica.  “Il progetto di questo nuovo vino- racconta Valeria Agosta, produttrice dei vini Palmento Costanzo- è nato grazie alla presenza all’interno dei nostri vigneti di numerose viti prefillossera. Si tratta di piante che oltrepassano il secolo d’età, franche di piede, che sono state capaci di resistere alla terribile invasione della fillossera che distrusse gran parte del patrimonio vitivinicolo siciliano tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento. Abbiamo voluto rendere loro omaggio come ambasciatrici della tradizione culturale enologica dell’Etna;  guardiane monumentali  con i loro tronchi nodosi, sono capaci  di raccontarci la versione del vulcano più profonda, da cui è nato il nostro Prefillossera”. Il vino -  Il Prefillossera 2016 nasce da una piccola produzione delle viti prefillossera; oggi è disponibile per gli amanti del vulcano in circa 1.700 mila bottiglie. La varietà è il Nerello Mascalese, il vitigno tipico dell’Etna. Al naso è profondo e ricco, con note di frutta rossa, sfumature di grafite e di polvere vulcanica, dal carattere balsamico. Al palato

Piacere a se stessi più che agli altri è la richiesta principale degli under 35 che si rivolgono alla chirurgia estetica. A segnalare il costante aumento di giovani e giovanissimi di età tra i 30-35 anni  è una indagine svolta su oltre 300 chirurghi da Dottori.it, sito leader in Italia  per la prenotazione di visite mediche e specialistiche. Dall’indagine emerge che più della metà degli under 35 è mosso dall’esigenza di risolvere quello che viene considerato un grave difetto estetico e guadagnare autostima. Sembra avere meno peso il bisogno di piacere di più agli altri e l’emulazione: la maggior parte dei pazienti under 35 (78%) si avvicina  alla chirurgia senza avere un modello da imitare. E andiamo agli interventi più richiesti: per le pazienti donne , labbra (30%), seguiti dalla mastoplastica additiva (25%). Terza in classifica la liposuzione (15%), al pari della correzione degli inestetismi attorno agli occhi. I due interventi più prenotati dagli uomini under 35 sono, a pari merito con il 17%, il trapianto dei capelli e la correzione delle rughe attorno agli occhi (17%), seguiti dalla liposuzione (16%).

Il vino incontra la cultura a valenza sociale e culturale per i non vedenti e ipovedenti .“La cultura nel cuore” è l’iniziativa messa in campo dal vino Sancrispino della società Due Tigli di Forlì, del gruppo cooperativo Terre Cevico, in sostegno del progetto “Teatro No Limits” del Centro Diego Fabbri di Forlì.. “Teatro No Limits” consiste nella possibilità di fare seguire gli spettacoli teatrali anche ai non vedenti attraverso l’ausilio di particolari audioguide che descrivono lo spettacolo in corso. Il progetto, oltre a interessare il Centro Diego Fabbri, coinvolge anche l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti (UICI) in ambito nazionale. Un sostegno concreto di Due Tigli-Terre Cevico dai grandi numeri dal momento che si parla di 15 milioni di pezzi del vino distribuiti in tutta Italia, dove apposto sui brick dei vini rosso, bianco e rosato, sia nei formati da 1 litro sia da mezzo litro, il marchio dell’iniziativa “Teatro No Limits”..  Il Progetto prevede anche il tour tattile, un vero e proprio viaggio sul palco: guidati da attori e tecnici della compagnia, gli spettatori hanno la possibilità di recarsi sul palco e toccare con mano le scenografie, gli elementi di scena e i costumi. Il servizio viene effettuato dotando il pubblico non

Ma quante volte ci siamo lamentati del rumore all’interno di un locale pubblico, in particolare ristoranti e pizzerie. Un aspetto poco curato e che invece risulta molto importante per dare valore al cibo, al comfort, alla possibilità di conversare evitando di alzare la voce, a un malumore diffuso inevitabile nel cliente. Ci fa piacere questo premio conferito recentemente, alla Cascina dei Sapori di Rezzato( BS) assegnato dalla Guida del Touring Club Italiano” Alberghi e Ristoranti d’Italia 2020”  per la migliore acustica con stile del Nord Italia. Le soluzioni sono state  studiate da Isolspace che ha provveduto a installare 60 pannelli fonoassorbenti decorativi in grado di assorbire il rumore  di un locale da 90 coperti. “ Leggeri, facili da posare, efficaci, questi pannelli -dice Antonio Pappalardo titolare della pizzeria- non hanno alterato il carattere del locale ma ne hanno valorizzato lo stile e il comfort”