a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
HomeCibosano

Cibosano

E’ il momento d’oro del cous cous il più Mediterraneo  e trasversale dei cibi: couscous in arabo, cous cous in francese, seksu in berbero: la sua origine sarebbe marocchina testimoniate da numerose scoperte archeologiche risalenti al nono secolo che avrebbero portato alla luce utensili da cucina per la sua preparazione, ma c’è chi dice che, come la pasta, il cous cous  proviene dalla Cina.

I clienti al ristorante sono sempre più interessati al mondo del vino, ma risultano confusi dalla Carta dei vini presentata, spesso male illustrata o troppo dispersiva. È il quadro che emerge dall’indagine “La Carta di Vini vista dal Cliente. Da un’indagine online gli indicatori di scelta”, presentata da Val D’Oca all’interno della Cantina dei Produttori di Valdobbiadene, in occasione della seconda giornata annuale dedicata a The Wine Net, il network italiano di cantine vinicole.

Cerealia,  è il  Festival dedicato a tutti i cereali, giunto alla XI edizione in corso a Roma dal 6-9 Giugno: un appuntamento interculturale importante tra i paesi del Mediterraneo   in gemellaggio ogni anno con un paese diverso: nazione ospite 2019, la Tunisia  con il tema ” L’etica nl piatto: cibo, salute e ambiente”. Il festival è dedicato ai 60 anni dell’INSOR ( Istituto Nazionale di Sociologia Rurale) e al Prof Corrado Barberis, recentemente scomparso, che ha diretto l’Istituto per 40 anni

Grattugiare delle ostriche, prendere a martellate un trancio di tonno per realizzare una tartare incredibilmente gustosa, pestare delle foglie di basilico all’apparenza di cristallo, ridurre un panetto di burro a meno 200 gradi in pochi secondi,  sorseggiare un sorbetto istantaneo di champagne  o gustare  dei cocktail non newtoniani dagli incredibili colori  e profumi: la scienza in cucina non deve far paura anzi mette a disposizione del cuoco incredibili possibilità  per rendere più facile l’esecuzione di molti piatti abbreviandone i tempi, esaltandone il gusto e per creare qualcosa di veramente innovativo.

Il made in Italy che fa bene all’ambiente: è il progetto agri-tessuti, una best practice nel campo del tessile dalle grandi potenzialità. Tante storie raccolte in un volume “Filare, tessere, colorare creare,” frutto di un questionario condotto da Donne in Campo  Cia-Agricoltori-Italiani e  Ispra dedicato agli  agri tessuti : un progetto “green” che fa moda e aiuta l’ambiente.