a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
HomeDegustazioni

Degustazioni

“Meno Marketing e più viticultura” il criterio che ha guidato i curatori Giancarlo Gariglio e Fabio Giavedoni per la nona edizione di Slow Wine svoltasi recentemente a Montecatini Terme nell’ambito della manifestazione Food&Book. 700 vini selezionati di cui 291 premianti vini Slow divisi tra 500 produttori di tutt’Italia sono l’espressione della tenace ricerca e volontà di offrire una guida del mondo dell’editoria enologica: con l’obiettivo di comunicare.

Leggi di più

Dall'Oltrepó di Prime Alture alla Sicilia di Valle delle Ferle e Kazzen, i cinque produttori più sorprendenti dell'Anteprima Mwf 2018 di Roma, evento che ha permesso al pubblico capitolino di pregustare la grande manifestazione che si terrà a Novembre nella nota località altoatesina. Prime Alture Le prime colline dell' Oltrepó Pavese spezzano la monotonia della Pianura Padana ed offrono un nobile ma bistrattato avamposto viticolo, purtroppo flagellato da produzioni approssimative che ne hanno compromesso l'immagine. Sprazzi di resistenza sono quelli offerti da aziende come Prime Alture, che a Merano presenterà il suo ultimo spumante Blanc de Noirs. Apprezzabile per cremosità e spessore, questo varietalissimo Pinot Nero non millesimato sfoggia ammiccanti tratti terrosi e fungini, cenni di frutti rossi e soffi balsamici. All'assaggio spicca per tensione salina e gradevole vinositá, risultando corposo ma mai stancante. È ideale per il convivio e per le grigliate in giardino. Punteggio: 88 In carrozza Questa piccola stella nascente della Sicilia Orientale fa perno sui vitigni internazionali per interpretare l'insolito terroir di Misterbianco, paese posto alle pendici dell' Etna e a due passi dal mare. Distinto per carattere e finezza é l'agile ed aromatico Uve d' Agosto, assemblaggio di Grillo e Petit Manseng coltivati a due passi dal mare (86 punti). Appagante

Leggi di più

Non poteva esserci cornice più adatta di Villa Gregoriana a Tivoli per conoscere e apprezzare le eccellenze del Lazio e non poteva esserci un “flauto” più magico e appassionato di Alessandro Brizzi al meglio delle sue performance. Una degustazione  volutamente atipica dove storia, territorio, cultura, enologia , si sono intrecciati lungo un percorso descritto dai produttori accompagnati dalle note tecniche di Brizzi, caporedattore della rivista ”L’Assaggiatore” e delegato Onav di Roma. E perché non dirlo  la serata dal cielo di velluto, le candele, lo scrosciare delle acque.. hanno fatto il resto..

Leggi di più

Piccoli perché la produzione non supera le 10.000 bottiglie, particolari perché si percepisce subito che sono “diversi” e non perché sono naturali o biodinamici ma perché in ogni bottiglia vi è l’impronta personale, unica del produttore che non ha voluto un gusto facile, per tutti i palati ma  ha creato freschezza, sapidità, erbe aromatiche, fruttato esotico, pasticceria insomma un mix inusuale da  rimanere  lungamente impresso.

Leggi di più