a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
HomeRicerca

Ricerca

Nel 1856 fu chiesto a un giovane chimico francese, Louis Pasteur, di trovare un modo per evitare l’inacidimento di grandi quantità di vino, cosa che generalmente avveniva durante la fermentazione del mosto. Il problema era delicato, quintali di vino venivano buttati ogni anno senza che nessuno fosse in grado di scoprirne la causa. E questa volta non c’era l’esperienza dei contadini turchi o di chissà chi altri a consigliare il da farsi! Tutto ciò che si sapeva era che per trasformare il mosto in vino bisognava aggiungere nelle botti un particolare lievito. Eppure, senza apparente motivo, alcune botti davano il vino buono e altre dell’orribile aceto. Perché?

Leggi di più

In Italia ogni anno vengono colpiti da ictus 196.000 persone (Dati ISTAT). Si tratta dell’interruzione dell’apporto di sangue ossigenato in un’area del cervello, che determina la morte delle cellule cerebrali. Risultato? Nella maggior parte dei casi il danno più comune è a carico del sistema motorio con perdita di controllo di un arto, perdita di coordinazione motoria o di precisione nei movimenti.

Leggi di più

Dal 1983 ai nostri giorni la popolazione italiana che consuma vino è rimasta sempre al di sopra del 50%, si è invece ridotta la quota dei grandi consumatori (persone che bevono oltre mezzo litro al giorno). I due andamenti, letti in parallelo, indicano che i consumatori di vino in Italia sono da sempre un popolo e il vino un  bene di tutti e per tutti, da consumare con maturità e attenzione alla qualità oltre ad essere considerato parte integrante della buona dieta italiana.

Leggi di più

Certo il modo migliore per smaltire l’alcool prima di mettersi a guidare è non bere affatto! Ma molti sono i fai da te: bere grandi quantità di caffè , fidarsi del tempo trascorso dall'ultimo drink, assumere molta acqua, mangiare in abbondanza dopo i bicchieri di troppo, pensare che la donna è più a rischio.. Niente di tutto questo: intanto va sfatato il pregiudizio che genere, peso e altezza influiscano sui tempi sia di assimilazione del’alcool che di smaltimento dello stesso.

Leggi di più

E’ l’unico robot al mondo  progettato per studiare il comportamento e il movimento delle radici delle piante: si chiama Plantoide ed è stato realizzato  dal gruppo di ricerca guidato da Barbara Mazzolai del Centro di Micro Bio-Robotica di Pontedera. Il Centro, che fa parte dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova,noto per le sue attività di ricerca all'avanguardia nella robotica, nanomateriali, scienze della vita e computazionali, è un punto di riferimento internazionale nel settore della robotica bio-ispirata.

Leggi di più

L’alcoolismo dipende anche dai millimetri in più del bicchiere? Al quesito cui non’è stata data una risposta ma solo un possibile avvertimento,viene da una interessante e complessa ricerca effettuata dall'Istituto di Salute Pubblica della University of Cambridge e pubblicata sulla prestigiosa rivista inglese British Medical Journal. Il periodo esaminato andava dal 1700 ,secolo in cui era iniziato in Inghilterra, l’uso abituale del bicchiere da vino, fino al 2017.

Leggi di più