a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
 

Degustare viaggiando: il treno dei vini dell’Etna

Un modo unico al mondo per vivere un luogo unico al mondo è percorrere le pendici dell’Etna, il vulcano più grande d’Europa, a bordo dell’automotrice a scartamento ridotto della Ferrovia Circumetnea che lambisce l’anello inferiore del Parco dell’Etna, patrimonio Unesco.

Si viaggia al ritmo della “muntagna” per capire gli ingredienti della vocazione vitivinicola di questa terra (luce, lava, sole, mare) e scoprire la passione della gente che la abita attraverso le cantine del territorio.

Dal livello del mare si sale verso l’interno del Parco dell’Etna e del Parco Fluviale dell’Alcantara: a destra i Nebrodi e a sinistra il panorama del versante nord del Vulcano.

Randazzo è una perla ambientale ed architettonica all’interno di ben tre aree protette (il Parco Regionale dell’Etna, quello dei Nebrodi ed il Parco Fluviale dell’Alcantara); conosciuta anche come la città delle 100 chiese, ha origini antichissime: le prime tracce di insediamento umano risalgono al VI secolo a.C., ma conserva ancora significativi elementi di vestigia medievali.

Il territorio di Linguaglossa, comune del Parco Regionale, ha la forma di una lunga striscia che si estende dalle pendici dell’Etna verso il mare, solcata da torrenti in cui l’acqua scorre solo pochi giorni l’anno. Vallate, boschi, deserti vulcanici, crateri centrali ne disegnano il paesaggio caratterizzato da alberi monumentali e specie endemiche. Gli innumerevoli beni architettonici ed artistici sono in stile barocco.

Il borgo di Castiglione di Sicilia si trova a 600 metri d’altitudine, ma il comprensorio si estende dal mare (in prossimità di Giardini-Naxos) fino a 3.348 metri, coincidente con la vetta del cratere nord-est dell’Etna. Il paesaggio alpino, quindi, si trasforma in aree boschive alle basse falde del vulcano, e in aranceti, vigneti e noccioleti a valle. Nel Comune di Castiglione ricade la maggior parte del Parco Regionale Fluviale dell’Alcantara: il letto del fiume è costituito da un sottostrato roccioso di residuo del magma fluido delle eruzioni vulcaniche.

Le Cantine visitabili sono:

Randazzo                         Al-Cantàra, Feudo Vagliasindi, Tenuta delle Terre Nere, Terrazze dell’Etna

Linguaglossa                  Scilio, Vivera

Castiglione                      Cantine Russo, Cottanera, Firriato, Palmento Costanzo, Planeta,

Tasca d’Almerita, Tornatore, Tenuta di Fessina

Maria Giovanna Basile, architetto

Tag degli articoli
Condividi sui social network
Scritto da

VINOSANO nasce nel 2014 come naturale proseguimento di VIVERE FRIZZANTE, edito Diabasis, un saggio di Emanuela Medi giornalista scientifica che ha voluto indagare sul rapporto ”vino e salute”. Dati, ricerche , interviste hanno messo in luce i tanti aspetti positivi per la salute, ma anche negativi della più antica bevanda della storia. Ma allora, come oggi, il bere positivo ha un significato più profondo: parla di noi. VIVERE FRIZZANTE come VINOSANO: un percorso nella trasversalità del vino