a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
 

Il Bio conquista l’Italia nella Grande Distribuzione

Circa il 45% del totale degli acquisti effettuati dagli Italiani nella Grande Distribuzione Organizzata è rappresentata dal biologico, con un tasso di crescita del 14%: trainanti sono i supermercati e ipermercati dove chi acquista lo fa per comodità (33%), convenienza (13%) e assortimento (12%).

Sono questi alcuni dei dati emersi da uno Studio effettuato da Nomisma e presentati in occasione di Marca 2019, Convegno promosso da AssoBio cui sono intervenuti anche Coop e Carrefour.
“La costante crescita del settore biologico non è una moda ma riflette un cambiamento delle abitudini dei consumatori, dichiara Roberto Zanoni, presidente di AssoBio. Il disegno di legge sul biologico approvato alla Camera ed ora in discussione al Senato, una volta approvato, rafforzerà un settore che ci vede leader a livello Mondiale”.
Nella top 10 dei prodotti bio più venduti vi sono prodotti appartenenti a categorie molto rappresentate

Tra queste ricordiamo i prodotti da destinare alla prima colazione: una scelta consapevole e informata che rispecchia la tendenza alimentare del paese: le vendite dell’intero comparto bio superano infatti i 3,5 miliardi di euro con una crescita dell’8%.
Lo studio mette in evidenza che anche in questo settore la marca del distributore è un vero e proprio Brand, rappresentato da sola il 41% delle vendite nella Grande Distribuzione Organizzata (GDO +11%). Non solo, come sottolinea Silvia Zucconi, Responsabile dello Studio Nomisma, gli Italiani mostrano una progressiva attenzione nei confronti di una alimentazione non solo sana ma anche ecosostenibile: il 52% acquista biologico perché salutare, il 4% perché offrono garanzie di maggiore sicurezza e qualità, il 26% come attenzione all’ambiente. Importante per i consumatori l’origine Italiana delle materie prime, la qualità degli ingredienti ed il metodo di produzione.

Emanuela Medi, Giornalista

Tag degli articoli
Condividi sui social network
Scritto da

VINOSANO nasce nel 2014 come naturale proseguimento di VIVERE FRIZZANTE, edito Diabasis, un saggio di Emanuela Medi giornalista scientifica che ha voluto indagare sul rapporto ”vino e salute”. Dati, ricerche , interviste hanno messo in luce i tanti aspetti positivi per la salute, ma anche negativi della più antica bevanda della storia. Ma allora, come oggi, il bere positivo ha un significato più profondo: parla di noi. VIVERE FRIZZANTE come VINOSANO: un percorso nella trasversalità del vino