a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
 

In calo i consumi di alcol, ma anche i livelli di conoscenza del vino

E’ momento dei trend o meglio, delle previsioni : a iniziare l’agenzia inglese Wine Intelligence che ha illustrato cinque possibili scenari per il 2019.

Il primo scenario:  nei mercati più sviluppati del mondo continuerà a diminuire il consumo di alcol a causa di un più attento stile di vita e di comportamenti alimentari legati alla.  La seconda previsione, più specificamente legata al vino, non è proprio incoraggiante per l’Italia: secondo Wine Intelligence, i livelli di conoscenza  legati al vino, e sull’origine, diminuiranno perché se da una parte c’è una fascia di consumatori, in tutto il mondo per cui il vino rappresenta qualcosa di importante e che merita conoscere  e approfondire, dall’altra c’è una larghissima parte di persone  che demandano  allo  smartphone la conoscenza di un vino senza farsi carico di avere un importante bagaglio di conoscenze.

Altra previsione per il 2019, riguarda quella che, per ora, è una piccolissima nicchia del mercato,  quella dei vini vegani che, invece, inizieranno ad avere un ruolo importante, legato a uno stile di vita e di alimentazione sempre più diffuso esente da carne e derivati. Ancora, si afferma l’importanza degli investimenti : chi supporterà i propri marchi con strategie ed investimenti importanti, avrà vita più facile  a discapito  di chi non lo farà. Da qui il valore del “ brand “che valuta anche la rappresentazione dei territori con un messaggio in positivo.

Packaging ed etichette conteranno sempre di più. Infine, una previsione decisamente curiosa: il 2019 sarà l’anno in cui un grande produttore mondiale lancerà un vino alla cannabis,sostanza legalizzata in molti Paesi, anche a scopo ricreativo e non solo terapeutico. Un nuovo potenziale competitor del business del vino?

Fonte: Winenews

Tag degli articoli
Condividi sui social network
Scritto da

VINOSANO nasce nel 2014 come naturale proseguimento di VIVERE FRIZZANTE, edito Diabasis, un saggio di Emanuela Medi giornalista scientifica che ha voluto indagare sul rapporto ”vino e salute”. Dati, ricerche , interviste hanno messo in luce i tanti aspetti positivi per la salute, ma anche negativi della più antica bevanda della storia. Ma allora, come oggi, il bere positivo ha un significato più profondo: parla di noi. VIVERE FRIZZANTE come VINOSANO: un percorso nella trasversalità del vino