a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
 

La Cucina Italiana in Tour nel Mondo per Gualtiero Marchesi

Parte il 4 Febbraio da Parigi il tour europeo, articolato su 10 tappe a livello mondiale, di cui 4 in ambito europeo, dedicato a Gualtiero Marchesi, Maestro della cucina italiana.

Creare un dialogo costante su temi quali la formazione, la ricerca e la conoscenza nell’ambito alimentare” sono tra gli obiettivi dell’iniziativa, oltre che ovviamente quello di celebrare il cuoco che ha elevato ad arte un mestiere di artigiano.

Dopo Chicago, New York, Honk Kong, Beijing e Tokyo, il programma prevede 4 appuntamenti: Parigi (4 Febbraio), Londra (12 Febbraio), Berlino (19 Febbraio) e Mosca (26 Febbraio). Dove si chiuderà? A Milano, città in cui è nato, il 19 Marzo, anniversario della nascita dello Chef Italiano, ad un anno esatto dalla proiezione del film “Gualtiero Marchesi the Great Italian”, che sarà proiettato in tutti gli appuntamenti.

Antonio Ghilardi, sarà l’executive chef di tutte le tappe,  affiancato a Parigi da Enrico Cippa e Davide Oldani, a Londra da Andrea Berton e Alfio Ghezzi, a Berlino da Ernst Knam ed a Mosca da Carlo Cracco.

 Dice Alberto Capatti, Presidente della Fondazione Gualtiero Marchesi: “Se Gualtiero Marchesi ha portato la nouvelle cuisine in Italia negli anni ’80, promuovendo una nuova cucina italiana, questa resta il progetto prioritario della Fondazione dopo la scomparsa del suo fondatore. È una eredità e un obbiettivo cui allievi, cultori, studiosi intendono rispondere con la pagina e col piatto, con la parola e con l’arte”.

Promotori dell’evento, oltre la Fondazione Gualtiero Marchesi,  ENIT,  Ministeri degli Affari Esteri, della Cultura,  Politiche Agricole e Turismo, Regione Lombardia, Fipe, Altagammae Assolombardia. A supporto anche: Calvisius, Canon Italia, Felicetti, DH, Angelo Po, Ballarini, Ferrarelle, Ferrari Treno e Illy caffè.

Claudio Chiricolo

Condividi sui social network
Scritto da

VINOSANO nasce nel 2014 come naturale proseguimento di VIVERE FRIZZANTE, edito Diabasis, un saggio di Emanuela Medi giornalista scientifica che ha voluto indagare sul rapporto ”vino e salute”. Dati, ricerche , interviste hanno messo in luce i tanti aspetti positivi per la salute, ma anche negativi della più antica bevanda della storia. Ma allora, come oggi, il bere positivo ha un significato più profondo: parla di noi. VIVERE FRIZZANTE come VINOSANO: un percorso nella trasversalità del vino