a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
 

Perché assaggiare un vino argentino?

Nel centro dell’Argentina, ad ovest del paese c’è Mendoza, una provincia simile al Piemonte delle Ande. Lì, sorvegliato dal cordone del Plata, si concentra il maggior numero di aziende vinicole del paese con una percentuale molto importante di vecchi vigneti.

Lo scenario di Mendoza è segnato dal tempo, dall’acqua e dall’altezza. Il clima è semi-arido, freddo in inverno e caldo in estate. Solo 200 mm di pioggia annuale e un fiume di disgelo. L’altitudine, tra 700 e 1500 metri sul livello del mare. Ci sono rischi di gelate tardive e grandine.
La povertà del suolo limita l’eccessiva crescita delle viti, che si traduce in eccellenti qualità di uva. Nelle terre vicine alle catene montuose c’è una forte escursione termica tra il giorno e la notte, oltre i 14 gradi . Questo fenomeno consente all’uva di raggiungere una notevole concentrazione di tannini, responsabili della struttura del vino. Le varietà rosse meglio adattate sono Malbec e Cabernet Sauvignon che presentano un’eccellente concentrazione e maturità tali da dare luogo a prodotti molto eleganti Ottima acidità e tipicità aromatica nei vini bianchi che risultano molto fni e delicati.

Norton Lote, Single Vineyard

Bodega Norton è stata fondata da Edmund Palmer Norton, un ingegnere inglese che si reca in Argentina per costruire una ferrovia, qui si innamora del terroir di Mendoza tanto da decidere di impiantare il proprio vigneto a Luján de Cuyo con viti importate dalla Francia.Nel 1989 l’uomo d’affari tedesco Gernot Langes-Swarovski acquista Bodega Norton, l’unica cantina tradizionale della regione e i suoi vigneti. Nel corso degli anni Bodega Norton, sotto la guida della famiglia Swarovski, diventa sinonimo di Malbec Argentino.
Enologo di Bodega Norton, è Jorge Riccitelli, il primo sudamericano a essere nominato “Winemaker of the Year” dalla prestigiosa rivista americana Wine Enthusiast.

Nel 2010 Norton lancia la sua linea Single Vineyard Malbec: vini di fascia alta denominata LOTE caratterizzata da tre tipologie che riflettono le caratteristiche delle tre fattorie da cui provengono i vini.

LOTE LULUNTA
Vino Malbec al 100%, vendemmia 2012. Le sue uve provengono dalla Finca Lunlunta, Maipú, Mendoza, Argentina … dove le viti hanno più di 80 anni e si trovano a 960 metri sul livello del mare.Il vino viene affinato in botti di rovere francese per oltre 16 mesi.La sua capacità di stoccaggio è superiore a 10 anni dalla data di raccolta.
Degustazione:
Colore rosso violaceo intenso. Aromi di frutta rossa e nera, con sentori floreali di violetta e sottile presenza di note minerali. Elegante, vellutato, con un carattere dolce e tannini molto raffinati. Finale lungo , persistente e molto piacevole.

Lote la colonia
Malbec 100% Vendemmia 2012 -Finca la Colonia, Lujan de Cuyo, Mendoza, Argentina.
Le sue viti hanno solo 16 anni e sono 960 metri sopra il livello del mare.Invecchiamento del 100%, oltre 16 mesi in botti di rovere francese
Degustazione:

Colore rosso intenso Presenta aromi freschi e speziati. Si distingue per la sua concentrazione, il carattere fresco e le note mature di prugna. I tannini setosi rendono il vino con un finale lungo.
La sua capacità di invecchiamento è di 10 anni.

LoteAgrelo
Malbec 100% vendimmia 2012, Finca Agrelo, Lujan de Cuyo, Mendoza, Argentina.La fattoria, che ha più di 93 anni, si trova a 960 metri sul livello del mare.Invecchiato in botti di rovere francese al 100% per più di 16 mesi.
Degustazione:

Colore rosso rubino intenso. Aromi di frutta come more e lamponi con sottili note speziate. Ha una grande struttura, che sottolinea un lungo finale e persistenza. Invecchiamento, 10 anni.

Sebbene i tre vini abbiano la stessa vinificazione, la loro differenze organolettiche sono correlate al terroir. La concentrazione, la struttura e il corpo sono mantenuti in perfetto equilibrio con la morbidezza, la finezza e l’eleganza. Finca Agrelo ha un ottimo tannino quasi dolce per via della sua maturità e della bassa resa selettiva di piante quasi centenarie. Mentre Lulunta denota il terreno minerale e le note violacee caratteristiche del grande Malbec. La Colonia mostra la forza e il vigore della giovinezza in un vino concentrato e raffinato.
La struttura e la complessità di questi vini li rendono perfetti per accompagnare dalle carni rosse e selvaggina, piatti tipici della cucina argentina come un arrosto o un piccolo aranita con miele e senape, anche i dolci al cioccolato untuoso.

Meli Lisicki sommlier

Tag degli articoli
Condividi sui social network
Scritto da

VINOSANO nasce nel 2014 come naturale proseguimento di VIVERE FRIZZANTE, edito Diabasis, un saggio di Emanuela Medi giornalista scientifica che ha voluto indagare sul rapporto ”vino e salute”. Dati, ricerche , interviste hanno messo in luce i tanti aspetti positivi per la salute, ma anche negativi della più antica bevanda della storia. Ma allora, come oggi, il bere positivo ha un significato più profondo: parla di noi. VIVERE FRIZZANTE come VINOSANO: un percorso nella trasversalità del vino