a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
 

Toscana, Marche, Sicilia e Sardegna unite da un’unica parola: pecorino

Cosa hanno in comune quattro delle più belle Regioni del nostro bel Paese?
A tutti verrebbe subito una risposta facile: mare, storia, poesia  e territorio. Certamente sono tante le eccellenze che queste zone hanno in comune ma in realtà un minimo comune denominatore lo hanno: la parola Pecorino che per alcuni suggerisce formaggio ma per chi è un vero enologo, rammenta vino.

L’origine  del  Pecorino,  nobile  vitigno  italico,  austero  e  potente, è molto antica ma per anni è stato relegato  su  brulli  e  scoscesi  pendii  montani , stretto nell’Appennino Piceno è stato riscoperto ,oggi dalla passione di molti viticoltori, perchè  raro  e  prezioso. . Personalità  e Potenza sono alcune delle sue caratteristiche tanto da richiamare alla memoria gesta di eroi  storici. Al palato evoca sensazioni eteree , mandorla amara, frutti bianchi : mela , pesca   in perfetta sintonia con il naso. Fresco, delicatamente morbido, di piacevole persistenza gustativa, è un piacevole compagno per aperitivi, carni bianche e piatti di pesce dallla cottura non ingombrante.. Ideale con formaggi stagionati.

Da qui il rimando al pecorino, sia fresco che mediamente stagionato. il Pecorino Toscano DOP è divenuto un’eccellenza apprezzata a livello nazionale e internazionale. Due gli elementi essenziali che lo caratterizzano: il legame con la Toscana e la produzione esclusiva con il latte di pecor. Un latte che ne determina il gusto unico, saporito, ma, al contempo, molto più delicato. Due sono  i tipi di formaggio: quello fresco e quello stagionato. Ciò che li differenzia è il tempo di maturazione: 20 giorni per il formaggio fresco, almeno 4 mesi per quello stagionato.
Il colore, rimanda al vino e si presenta con sfumature gialle.

Qualche differenza ci sono invece con il Pecorino Sardo DOP dove- per la forma più giovane- i tempi di maturazione sono di  circa 1-2 mesi, mentre  per quello maturo più di 6 mesi. Il Pecorino Sardo DOP è l’unico formaggio prodotto in Sardegna a poter vantare questa denominazione Parliamo ora del  Pecorino Siciliano DOP, formaggio proveniente dal mondo greco classico. Già gli antichi Poeti ne decantavano le qualità e molte sono le scene raffiguranti gli Dei con in mano una coppa di vino, frutta e forma di formaggio. Si narra che Federico II, imperatore del sacro Romano Impero lo aveva riconosciuto come uno dei migliori formaggi del mondo…. ma forse, direbbe Lorenzo Il Magnifico, era di “parte”, visto che in Sicilia aveva creato uno Stato ordinato e pacifico e la sua corte a Palermo fu operosa tra il 1230 e il 1250, anni in cui si sviluppò la Scuola Siciliana.

Monica Assanta, giornalista

 

Tag degli articoli
Condividi sui social network
Scritto da

VINOSANO nasce nel 2014 come naturale proseguimento di VIVERE FRIZZANTE, edito Diabasis, un saggio di Emanuela Medi giornalista scientifica che ha voluto indagare sul rapporto ”vino e salute”. Dati, ricerche , interviste hanno messo in luce i tanti aspetti positivi per la salute, ma anche negativi della più antica bevanda della storia. Ma allora, come oggi, il bere positivo ha un significato più profondo: parla di noi. VIVERE FRIZZANTE come VINOSANO: un percorso nella trasversalità del vino

Nessun commento

Siamo spiacente, i commenti non sono aperti per questo articolo