a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
 

Vendemmia – Una festa per tutti

Un rito antichissimo quello della vendemmia addirittura risalente a 10.000 anni  a.c.  nelle zone della Mezzaluna Fertile, una cerimonia religiosa di ringraziamento agli dei che  a Roma  veniva chiamata” Vinalia Rustica” il 19 di Agosto in onore di  Giove che dava ufficialmente il via alla vendemmia cui partecipava la famiglia o la cerchia famigliare dando così un carattere sociale e conviviale all’evento. Certo con l’introduzione di strumenti meccanici il momento della vendemmia ha perduto parte del suo valore festivo pur tuttavia in molte zone d’Italia si continua l’usanza di raccogliete le uve per mantenere proprio il valore sociale che si cela dietro questa attività

A partire da ViniMilo, l’edizione n. 39 della storica festa pre-vendemmia dedicata alle produzioni vinicole d’eccellenza made in Etna, che dal 23 agosto all’8 settembre,  riunisce a Milo  i grandi produttori di tutto il territorio, con sconfinamenti in tutta Italia, Europa e territori vulcanici. Ventuno fra cene a tema, degustazioni di vini e spumanti dell’Etna, formaggi di pascolo e olii Dop siciliani, oltre a tavole rotonde (fra cui enoturismo, sviluppo sostenibile, vigneti “eroici” e confronto fra territori Unesco Etna e Val d’Orcia, in Toscana; due weekend dedicati al grande pubblico, con lo street food siciliano e le eccellenze agroalimentari nell’“Isola del Gusto” sulla Piazza Belvedere che guarda il mare..

Spostando la festa in Puglia, alle Tenute Eméra, cantina tarantina di Claudio Quarta,   torna “Lu Capucanali” la festa, svoltasi il 25 agosto ma che ricordiamo per la sua importanza storico-sociale  volta a celebrare  con turisti e winelovers la vendemmia e i suoi riti antichi (e moderni).  “Lu Capucanali” è infatti una delle tradizioni che appartengono a questa parte di Salento, dove già due secoli fa i “padroni” celebravano la conclusione dei lavori in campagna particolarmente importanti, condividendo il pranzo insieme ai braccianti. Il pranzo, dunque, come momento conclusivo e celebrativo del vino cuore dell’economia di intere comunità rurali per secoli e simbolo, oggi, del riscatto di un territorio pugliese che ha saputo innovarsi recuperando un alto profilo di qualità

In Lombardia e Piemonte

Continua il Franciacorta Summer Festival on the road, che anima il territorio dal 19 maggio all’8 settembre. Per quattro mesi la Franciacorta accoglierà turisti e wine lovers con uno stimolante ventaglio di eventi e proposte, che li porterà a scoprirne cantine e produttori agroalimentari, tesori d’arte e bellezze paesaggistiche. Incursioni dinamiche e culturali in collina.  Nell’Astigiano e interamente dedicata al benessere: continua “Bukolica”, ciclo di eventi dedicati al benessere , per rigenerarsi ed entrare in contatto con la natura, in uno dei più bei paesaggi vitivinicoli al mondo tutelato dall’Unesco, il Monferrato.

In Toscana

Inedito abbinamento italo giapponese proposto dall’Azienda Agricola Bulichella di Suvereto (Livorno) :. un’idea originale e apparentemente bizzarra che scaturisce  dall’ attuale proprietario, HideyukiMiyakawa che vuole così ricordare i verdeggianti  paesaggi livornesi non poi tanto dissimili da quelli del suo paese.  La Toscana non si smentisce: A Radda in Chianti, dal 25 maggio ogni week end fino ad ottobre, arriva il Rural Market, in una ex officina meccanica recuperata, “casa” per le materie prime della biodiversità agricola. Una sosta obbligata per ricaricarsi con gusto, tra ordinati vigneti e caratteristici paesaggi collinari, con specialità a rotazione, frutto del lavoro degli agricoltori e allevatori custodi Rural di Toscana, Emilia-Romagna e Liguria.

Una vigna verde e rigogliosa sulla costa toscana a fare da cornice ad una cantina da sogno che questa estate ospiterà nuovamente un ciclo di 5 serate interamente dedicata all’arte, alla cultura e al cibo e vino di qualità. Questo è ciò che ha pensato Francesca Moretti quando, insieme al suo team, ha creato un programma di intrattenimento che coinvolgesse il pubblico durante le sere d’estate. Cultura del vino, del cibo e dell’arte, il tutto da vivere nella speciale cornice di Petra.

Non solo Toscana: gli eventi wine&food dal Trentino al Lazio e la Puglia

In attesa delle grandi celebrazioni del Teroldego Rotaliano, manifestazione Settembre Rotaliano di Mezzocorona, la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino ha dedicato  al “principe dei vini trentini” molti  giorni di iniziative a tema, a partire dal 22 agosto. Oltre 25 gli eventi in programma in tutto il territorio dell’Associazione,

A Mola di Bari, piccolo centro a pochi chilometri dal capoluogo pugliese è, tornato in scena la “degustazione culturale”: il 24 agosto è stato dedicato a “Di vino e di altre virtù”. L’evento è l’occasione giusta per degustare una selezione dei vini Cardone, la cantina immersa nella Valle d’Itria, nata nel 1070 grazie ai sogni e all’ambizione di Giuseppe e Franco Cardone che acquistarono uno stabilimento vinicolo alla periferia di Locorotondo, dando così vita a quella che oggi è una delle più antiche e prestigiose aziende vitivinicole a conduzione familiare della Puglia.

Intanto, a Tarquinia, cittadina laziale “capitale” degli Etruschi, tra i più importanti insediamenti di questa antica popolazione, si scaldano i motori per DiVinoEtrusco, l’evento dedicato alla produzione enoica del territorio non solo di Tarquinia, ma anche quello circostante, con il quale condivide le antiche radici. per le vie della cittadina i produttori metteranno in mostra, nel calice, la loro produzione, oltre 60 vini a rappresentanza della radicata cultura vitivinicola degli etruschi.

A Roma, il pesce in tutte le sue declinazioni  è tornato  ad essere protagonista assoluto dell’estate di Eataly Roma con la nuova edizione di Fish& Wine. Tante  proposte esclusive da abbinare alla selezione di bollicine, vini e birre pensata per l’occasione.

In Umbria proseguono le celebrazioni del vino regionale più famoso e apprezzato, il Sagrantino: “Montefalco nel bicchiere l’iniziativa, è promossa dal Consorzio Tutela Vini Montefalco. Ogni sabato, fino al 26 ottobre, nella sede del Consorzio in Piazza del Comune, sarà possibile partecipare ad una degustazione guidata da un esperto sommelier di quattro vini prodotti nel territorio di Montefalco

Tag degli articoli
Condividi sui social network
Scritto da

Emanuela Medi giornalista professionista, ha svolto la sua attività professionale in RAI presso le testate radiofoniche GR3 e GR1. Vice-Caporedattore della redazione tematica del GR1 “Le Scienze”- Direttore Livio Zanetti- ha curato la rubrica ”La Medicina”. Ha avuto numerosi incarichi come il coordinamento della prima Campagna Europea per la lotta ai tumori, affidatole dalla Commissione della Comunità Europea. Per il suo impegno nella divulgazione scientifica ha ottenuto numerosi riconoscimenti: Premio ASMI, Premio Ippocrate UNAMSI, premio prevenzione degli handicap della Presidenza della Repubblica. Nel 2014 ha scritto ”Vivere frizzante” edito Diabasis. Un saggio sul rapporto vino e salute. Nello steso anno ha creato il sito ”VINOSANO” con particolare attenzione agli aspetti scientifici e salutistici del vino. Nel 2016 ha conseguito il diploma di Sommelier presso la Fondazione Italiana Sommelier di Roma.. Attualmente segue il corso di Bibenda Executive Wine Master (BEM) della durata di due anni.