a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
 

Intrecci diventa internazionale

Intrecci” la Scuola di Alta Formazione di Sala fondata da Dominga, Marta ed Enrica Cotarella diventa internazionale e prende il nome di “Intrecci Academy”: l’annuncio è stato dato recentemente a un anno dalla nascita di Intrecci nella sede della scuola a Castiglione in Teverina.

Un progetto voluto da Dominga e condiviso da Marta e Enrica per formare il personale della sala di accoglienza, progetto che affianca il già collaudato e di successo” Emergente Sala” il format creato da Luigi Cremona e Lorenza Vitale per eleggere – dopo una severissima selezione – il Miglior Chef Emergente italiano.  Una competizione   disputata tra giovanissimi( under 30) fatta di tecnica, attenzione ai dettagli, conoscenza teorica e pratica, savoir fair, velocità del servizio, proposte minime ma accattivanti della mice en place, consapevoli tutti che l’accoglienza in sala è un mestiere ancora troppo impreparato bistrattato,, trasandato  nel nostro paese e che invece (insegna la Francia) è una opportunità di lavoro che fa guadagnare la persona  oltre ad essere un miniera d’oro per il Ristorante e in grado di attirare una imprenditoria legata alla ristorazione .L’accoglienza è un’arte dove il calore, la classe, il carattere (le tre C) si fondono per una formazione specializzata: se è vero che abbiamo i migliori cuochi del mondo, i migliori prodotti sono italiani, lo deve essere anche il personale di sala: ci voleva anche una” Università”, un  luogo di alta specializzazione realizzata a Castiglione in Teverina dalla famiglia Cotarella.

Ora il salto internazionale: “Intrecci Academy” è – spiega Marta Cotarella -, da un lato una piattaforma digitale con i temi didattici che verranno diffusi  in 10 lingue diverse, dall’altra l’apertura di Intrecci a studenti dall’estero”. Prima tappa  a febbraio 2019 in India a Bangalor, in un centro universitario che ha aperto una scuola di cucina in un parco di 40 ettari , dove Intrecci fornirà sala e sommellierie. Dubai,la Spagna, gli USA, la Francia a seguire. ”Vogliamo -dice ancora Marta Cotarella- affermare nel mondo  l’arte dell’ospitalità italiana”.

Emanuela Medi, giornalista

Condividi sui social network
Scritto da

VINOSANO nasce nel 2014 come naturale proseguimento di VIVERE FRIZZANTE, edito Diabasis, un saggio di Emanuela Medi giornalista scientifica che ha voluto indagare sul rapporto ”vino e salute”. Dati, ricerche , interviste hanno messo in luce i tanti aspetti positivi per la salute, ma anche negativi della più antica bevanda della storia. Ma allora, come oggi, il bere positivo ha un significato più profondo: parla di noi. VIVERE FRIZZANTE come VINOSANO: un percorso nella trasversalità del vino