a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
HomeDi tutto di più

Di tutto di più

Il 15, 21 e 22 dicembre in più di 3.000 piazze in tutta italia I cuori di cioccolato per sostenere #contuttoilcuore la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare. Sarà una settimana all’insegna della solidarietà: domenica 15, sabato 21 e domenica 22 dicembre in più di 3.000 piazze in Italia sarà possibile ricevere il Cuore di cioccolato di Fondazione Telethon per supportare la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare. Il Cuore di cioccolato, disponibile nella versione fondente, al latte, e al latte con granella di biscotto e prodotto da Caffarel in esclusiva per Telethon, è un omaggio distribuito in tutte le province d’Italia dai volontari di Fondazione Telethon e UILDM, e di Avis, Anffas, Azione Cattolica e UNPLI, come ringraziamento per una donazione minima di 12 euro.  Gli hashtag della campagna saranno #presente, per far sentire la propria vicinanza anche sui social network ai pazienti e alle loro famiglie, e #contuttoilcuore, come le donazioni con cui gli italiani ogni anno dimostrano il loro grande impegno solidale. Fondazione Telethon Fondazione Telethon è una delle principali charity biomediche italiane, nata nel 1990 per iniziativa di un gruppo di pazienti affetti da distrofia muscolare. La sua missione è di arrivare alla cura delle malattie genetiche rare grazie a una ricerca

Contenere l'inevitabile aumento delle calorie pre-natalizie: non è un'impresa impossibile soprattutto per accellerare il nostro metabolismo : cinque gli ingredienti suggeriti da Paola Di Giambattista, Healthy Food specialist, Free from Chef e Nutritional Cooking Consultant. BROCCOLI  Ottimi detossinanti: ciò significa che aiutano a liberare l’organismo dalle scorie, facilitando i processi digestivi. “Per ovviare- dice  la specialista-al problema del loro odore in cottura è bene sapere che sono buonissimi anche crudi in insalata, meglio ancora se sono conditi con la citronette. In questo modo il nostro organismo intercetta facilmente la clorofilla, che ha ottimi effetti disintossicanti. Il segreto dei broccoli è il Boro, un elemento che aiuta a fissare il calcio nelle ossa e ad attivare il metabolismo.    PEPERONCINO Il fatto che il peperoncino riduca il grasso è ormai comprovato dalla scienza, che lo consiglia anche in caso di sovrappeso e obesità. Il merito è tutto della Capsaicina, il principio attivo che alza la temperatura corporea, aumenta la sudorazione e accelera il ritmo metabolico, favorendo il calo ponderale. Il suo effetto può durare dai 20 minuti alle 6 ore e può essere addirittura potenziato dall’attività fisica; non a caso, in commercio esistono appositi integratori da assumere prima dell’allenamento.  TÈ VERDE ". Questa preziosa bevanda- sottolinea la  Di

Con un investimento di 400 milioni di euro in due anni (2018 e 2019) per gli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche in 100 scali ferroviari del paese  e oltre mille servizi di assistenza al giorno alle persone a ridotta mobilità o con disabilità che hanno scelto il treno per i loro spostamenti, le FS confermano l’attenzione al mondo della disabilità. L’impegno del Gruppo è testimoniato dalla recente nomina ad “Ambasciatore Europeo per la diversità” di Gianfranco Battisti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di FS Italiane, conferita da Violeta Bulc, Commissaria Europea ai Trasporti. Importante l’accordo con le rappresentanze regionali del Veneto, Emilia Romagna e Liguria per la progettazione dei nuovi treni regionali Rock e Pop, i cui primi convogli sono già stati consegnati in queste regioni, per garantire prestazioni ancora più performanti di quelle previste dalla normativa europea.  Tra le novità l’applicazione per smartphone SalaBlu+, realizzata con il coinvolgimento delle principali associazioni nazionali delle persone con disabilità ideata per migliorare l’accessibilità dei servizi e quindi l’esperienza di viaggio. Da segnalare infine che anche quest’anno il Gruppo FS ha aderito al Festival della Cultura Paralimpica e ha rinnovato la partecipazione al FIABADay, la campagna di sensibilizzazione organizzata dal Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche (FIABA).

È noto che l’apporto con la dieta di antocianine, contenute in quantità rilevanti soprattutto nei frutti di bosco, può influenzare la salute cardiovascolare, metabolica e le difese antitumorali. Le ricadute positive del consumo regolare di frutti di bosco sono state inoltre dimostrate sulle performance cognitive degli adulti. I dati disponibili sul possibile ruolo funzionale di questi frutti in età pediatrica sono invece ancora limitati. Questa ricerca è stata condotta su due gruppi di scolari tra i 7 e i 10 anni, maschi e femmine sani e con performance cognitive omogenee, che sono stati divisi in due gruppi. Al primo gruppo è stata somministrata una bevanda a base di 30 g di mirtilli disidratati, diluiti in 170 mL di acqua e 30 mL di un succo di frutta a basso tenore di antocianine, che forniva 235 mg di antocianine, una quantità pari a quella presente in 240 g di mirtilli freschi. Al secondo gruppo è stata assegnata una bevanda placebo, priva di antocianine, contenente soltanto zuccheri e vitamina C in quantità identiche a quelle del concentrato di mirtilli. Due ore dopo l’assunzione, la differenza di performance cognitiva nei due gruppi è stata evidente e significativa, sia per la capacità mnemonica (ascolto, memorizzazione e correttezza

Vendere vino è l’obiettivo dei produttori cui va l'attenzione di una realtà che sta cambiando: la flessione del mercato americano, i movimenti anche di importanti Istituzioni contro l'alcol, la stabilità nel tempo dei consumi da parte dei millenials, l'affermazione della cannabis, specie in Nord America. I produttori necessitano di nuovi canali di vendita come quelli offerti dagli strumenti digitali e relative tecniche. Insegna Amazon che a breve entrerà nel mercato del vino promuovendo l'acquisto di vini, forte del successo planetario della vendita di innumerevoli prodotti diversificati in prezzi e categorie di acquisto. Rimane la strada della distribuzione tradizionale ma questa va accompagnata da un nuovo approccio al mondo digitale senza che venga meno l'originalità e l'interpretazione enologica al territorio di ogni produttore E visto che abbiamo citato i millenials, un interessante articolo apparso su WineNews riporta studi e ricerche che dimostrano che il comportamento nei consumi di vino non è poi così diverso tra i più giovani e gli adulti se non per la conoscenza più marcata di questi ultimi del vino e il miglior potere di acquisto. Visto che rappresentano meno di un terzo nel consumo del vino se ne deduce che per i millenials bere vino è più una occasione di

Attenzione al peso in gravidanza e ancora prima della gestazione: potrebbe influenzare lo stato di salute del bambino.  Delle 8000 donne monitorate del Friuli Venezia Giulia, il 26% sono risultate obese o in sovrappeso e solo il 35% ha avuto un corretto aumento di peso durante la gestazione. Sono alcuni dati emersi da attenti studi effettuati presso l’IRCCS Materno Infantile “ BURLO GAROFALO  “di Trieste, che conduce da anni sullo stato di salute materno-infantile. Ma veniamo ai dati: il 24% dei bambini della regione sono obesi o in sovrappeso, la maggior parte svolge un’insufficiente attività fisica, e presenta un consumo insufficiente di pesce, frutta e verdura: tutti fattori che contribuiscono ad aumentare il rischio di insorgenza in età adulta di patologie, come quelle cardiovascolari. Dati del 2016 e relativi al progetto “ Okkio alla salute, effettuati sui bambini della terza elementare.  Per quanto riguarda  la relazione esistente tra l’esposizione a basse dosi di metalli pesanti, in particolare mercurio, e il neuro  sviluppo del bambino”, lo studio PHIME( progetto europeo  che per la parte italiana è sviluppato dal Burlo Garofalo) è emerso- come  ha spiegato la dottoressa Valentina Rosolen, che statistico che ha collaborato allo studio occupandosi in particolare dell’elaborazione dei dati

Nasce da un incontro tra il produttore di vino Diego Cusumano con un bambino rimasto a guardare impotente, i compagni di scuola risalire la vetta dell’Etna- senza una carrozzina studiata per il trekking- l’asta benefica organizzata dall’azienda vinicola in collaborazione con Christies’s. Oltre 61.000 euro raccolti il 21 novembre nel Salone dei Tessuti di Milano,, incantando le 9 opere su carta realizzate dall’artista Paolo Troilo nell’estate 2018 sull’Etna e le 10 magnum di vino Alta Mora proveniente da un vigneto di Nerello Mascalese centenario dipinte con le mani da Troilo (l’artista non utilizza i pennelli). La somma è destinata a finanziare le iniziative promosse dall’associazione Dynamo Camp e, tra queste, l’acquisto di una carrozzina da trekking che permetta ai giovani di partecipare ad attività ricreative nella natura di Oasi Dynamo. Video: L'Espresso ARTE + SOLIDARIETÀ = TYME TYME, acronimo di Thank You Mother Etna segna la collaborazione tra Alberto e Diego Cusumano con l’artista Paolo Troilo nata dall’attenzione condivisa per la madre di tutti i vulcani e contemporaneamente dal desiderio di rendere la natura e i suoi territori più selvaggi e affascinanti accessibili a tutti.  Il punto di arrivo sono nove opere su carta, realizzate tra le pendici e i crateri del vulcano attivo più alto

Con una presenza di turisti stranieri proveniente al 70% da Svizzera , Germania, Stati Uniti, Francia, Regno Unito e -negli ultimi anni-  Brasile e Australia- si è chiusa la 89esima Fiera Internazionale del tartufo Bianco d’Alba. Un successo confermato dai numeri che indicano, nell’ultimo decennio, un incremento di visite nel periodo autunnale di circa il 60% con oltre 100 mila ingressi al mercato mondiale del Tartufo Bianco di Alba.  Merito non solo ovviamente del protagonista il Tuber Magnatum Pico ma anche delle tante proposte interessanti e qualificate -come i Foodies Moments-  che hanno avuto un pubblico al 73% straniero proveniente da 38 paesi del mondo.41 chef ospiti di cui 26 Stelle Michelin hanno dato vita a veri e propri spettacoli culinari con preparazioni al tartufo bianco. Tutto esaurito sempre per le Analisi Sensoriali del Tartufo, anche qui, frequentate al 68% da stranieri e poi ancora le Cene Insolite nel segno della cultura e dell’alta cucina come le Ultimate Truffle Dinner, due cene esclusive benefiche a favore del ripristino delle tartufaie naturali.  Non solo chef stellati ma anche osterie- quelle vere-custodi dell’identità tradizionale dei cibi e delle loro caratteristiche.  ìA loro e in particolare agli osti, l’Ente Fiera ha deciso di coordinare

Terza domenica di Novembre: appuntamemto  per una elle aste, la n.159, più importanti del mondo del vino all’Hospice de Dieu di Beaume ,  realtà non profit  fondata nel 1441 dal Duca di Borgogna Nicolas Rolin.13 milioni di euro , il 100% del catalogo, con la” Pièce des Président,”  di Corton Grand Cru - Les Bressandes, andata al brasiliano Alaor Pereira Lino (Anima Vinum), ed il negociant e produttore di Borgogna Albert Bichot che ha speso complessivamente 2,7 milioni di euro. Successo di vendita anche per “Vente des vins des Hospices de Beaune” 2019,  per Bâtard Montrachet Grand Cru e di Clos de la Roche Grand Cru, tutti demains storici de la Cote  Dor della Borgogna. I ricavati dell’asta battuta da Christie’s, sono devoluti alle attività di assistenza e di ricerca svolti dagli ospedali e Istituti che ruotano attorno all’Hotel de Dieu, antico ospedale creato per l’assistenza ai poveri ammalati e indigenti, oggi divenuto museo con oltre mezzo milioni di visitatori l’anno. A partire dal 1851 l’asta mette in vendita non solo i mitici vini della Borgogna ma anche quelli che provengono dai vigneti,  appartenenti alla associazione e a loro volta donati all’Istituto Quest’anno i proventi saranno devoluti in favore dell’Istitut du

Ancora prima dei formaggi sono i liquori le vittime di Trump: dei 482 milioni di importazioni di prodotti agroalimentari italiani in America colpite dai dazi, il 35% riguarda gli amari ,i liquori, gli  aperitivi e altre bevande spiritose . Un comparto.- come rileva Denis Pantini responsabile agroalimentare di Nomisma- in cui l’Italia assieme alla Germania detiene la leadership mondiale dell’export. Nel 2018 è stato venduto all’estero circa 405 milioni di euro di questi prodotti ma a differenza dei tedeschi che ne hanno venduto 4455 milioni, le esportazioni italiane sono state del 47% a fronte del 37% tedesco .Un comparto in cui -sempre da stime Nomisma e dell’Osservatorio Wine& Spirits di Federvini,  operano in particolare imprese medio-piccole con un fatturato di otre 10 milioni di euro e che potrebbero avere il rischio di una notevole perdita occupazionale