a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
 

I Rossi fiorentini: la storia nobile dei Guicciardini

Bernardo Guicciardini Calamai una storia  millenaria intrecciata con il vino dal 1199  a Castello di Poppiano  dove già a quel tempo si produceva vino ma che costituiva una piccola voce all’interno delle molteplici attività della famiglia Guicciardini.

Oggi l’azienda è costituita da tre realtà Il Castello di Poppiano, storica  fortezza eretta verso la fine del primo millennio a difesa di Firenze e leader del Chianti  Colli Fiorentini, Massi  di  Mandorlaia realtà emergente  Morellino di Scansano antica denominazione la più importante della maremma e Belvedere Campoli nel Chianti Classico il nuovo gioiello che si affianca alle aziende del Conte Guicciardini.
“Siamo- dice Bernardo Guicciardini – i tre volti del Sangiovese  toscano,  un vitigno che ha conosciuto momenti entusiasmanti ma anche molte banalità. Abbiamo una produzione di 1 milione di bottiglie  e sempre più lo vinifichiamo   in purezza anche con nuovi cloni  per raggiungere  maggiore  struttura  e potenza per ottener vini dal lungo invecchiamento ma  anche  di qualità  senza ovviamente disdegnare  i vari blend anche con vitigni internazionali.  Noi preferiamo la vinificazione in acciaio per esaltare tutte le potenzialità del Sangiovese. Certamente I rossi toscani- prosegue il Conte- sono tra i più conosciuti rossi in Italia e anche all’estero anche se stanno crescendo atre denominazioni soprattutto al Sud molto  serie e interessanti”

E passiamo al gioiello presentato in questa edizione Vinitaly2019 si chima” Il Tabernacolo”  ed è il primo Chianti Classico Selezione della tenuta. Primo millesimo in commercio 2015, è prodotto con Sangiovese allevato in un vigneto di 2,5 ettari a 420 m s.l. con esposizione ottimale Sud-Ovest su terreni ricchi di scheletro pietroso ben drenati, l vino affina 30 mesi- sei mesi in più della riserva: la maturazione avviene in botti hl di rovere francese di Allier e 3 mesi di sosta in bottiglia.” Il nome- precisa Bernardo Guicciardini- deriva da un tabernacolo molto amato dalla famiglia al cui interno è riprodotta la tela della ”Madonna  seduta ” del Perugino”

Abbiamo nel bicchiere IL CHIANTI CLASSICO  DOCG della tenuta Belvedere CAMPOLI

Una  Gran  Selezione  ottenuta effettuando rese bassissime , affinamento in botti di rovere  da 15 ettolitri ,. Colpiscono al naso le note speziate, più che i frutti rossi. Grande complessità alla bocca  con sentori di erbe aromatiche, pepe nero, liquerizia, persistenza e sentori retro-olfattivi. Non manca il rosso rubino brillante e vivace”. Un Sangiovese di sorprendente  struttura maggiore della riserva e  di grande qualità. dice Bernardo Guicciardini,  proprio come lo vogliamo noi, persistente e dal lungo invecchiamento”.

Emanuela Medi sommelier

Tag degli articoli
Condividi sui social network
Scritto da

VINOSANO nasce nel 2014 come naturale proseguimento di VIVERE FRIZZANTE, edito Diabasis, un saggio di Emanuela Medi giornalista scientifica che ha voluto indagare sul rapporto ”vino e salute”. Dati, ricerche , interviste hanno messo in luce i tanti aspetti positivi per la salute, ma anche negativi della più antica bevanda della storia. Ma allora, come oggi, il bere positivo ha un significato più profondo: parla di noi. VIVERE FRIZZANTE come VINOSANO: un percorso nella trasversalità del vino