a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
HomeArticoli taggati"prosecco"

prosecco Tag

Dopo Moet&Chandon nel settore global travel, c’è lui Bottega, il colosso del Prosecco Made in Italy forte di un fatturato nel 2018, di 60 milioni di euro e 12 milioni di bottiglie vendute in 132 paesi dagli Stati Uniti all’Australia, dal Sud Africa al Nord Europa. “ Bollicine d’oro” non solo per quello che valgono sui mercati, nei corner dei più importanti aeroporti del mondo da New York a Dubai, sulle 60 linee aeree dove è possibile acquistare una bottiglia da 0,20ml, nei ristoranti e chi più ne ha ne mette, ma anche per la formula di un marketing che vestito d’oro, dalle etichette alle bottiglie, è stato in grado di surclassare, numerose altre prestigiose marche. [caption id="attachment_13835" align="alignleft" width="261"] Sandro Bottega[/caption] Più su un aereo che a casa sua in quel di Godega di Sant’Urbano ai piedi delle colline trevigiane, Sandro Bottega assieme ai fratelli Stefano e Barbara è alla guida di una azienda vitivinicola che possiede vigneti in Valpolicella e a Montalcino e produce non solo superbi spumanti ma anche vini, grappe, liquori, una vetreria, tre musei, e - a breve coltiverà proprie sugherete per produrre i propri tappi da sughero .. Forte di un export che assorbe l’86 %

Prosecco way of life, scritto da Primo Franco per la collana Interferenze di Cinquesensi editore, è un libro interessante per tutti coloro che coltivano la cultura del vino in particolare del Prosecco Primo Franco, uno fra i principali protagonisti del successo del Prosecco, ne racconta la storia, come  un’autobiografia che permette al lettore di scoprire tutte le caratteristiche di uno fra i vini italiani di maggior favore internazionale. Primo Franco lo ha scritto in occasione del Centenario della cantina Nino Franco . Scrive Tom Stevenson, la massima autorità mondiale nel campo dello champagne e dei vini spumanti, nella prefazione: “Devo fare una confessione. Per i primi venticinque anni della mia vita professionale legata al vino ho ignorato il Prosecco. Il motivo? Normale arroganza, suppongo”

Sei una fan delle bollicine? Ecco un nuovo modo di gustare il prosecco. Dopo le saponette e le maschere ecco arrivare lo smalto. Un colore oro con un profumo intenso che richiama gli happy hour e le cene. Lo smalto al prosecco è un must da avere. Il suo tono ricorda un calice di bollicine anche per il profumo ed è un passepartout per ogni outfit. E’infatti appropriato per tutte le situazioni e stagioni. Il suo giallo paglierino, quasi dorato è perfetto dall’abbronzatura ancora non sfiorita ad una serata elegante e trendy. Lo smalto alle bollicine è un’invenzione per chi adora essere sempre alla moda. La cosa più curiosa infatti è che una volta indossato e fatto seccare potrete mettere le dita in bocca e gustarne la fragranza. Al palato infatti richiama proprio il prosecco ed  del tutto commestibile. Basta stenderlo sulle unghie e avvicinarlo al naso. Sin dalla prima passata è percettibile il  caratteristico profumo del prosecco Più strati si stendono, più sarà intensa la doratura, ma anche il profumo. Restiamo sempre dell’idea che il vino debba essere sorseggiato al bar, in un ristorante o a casa in un flute ma se proprio siete curiosi provate: il gusto è quasi identico

Acquistata nel 1920 dal nonno Abele, al Conte Balbi Valier, Franco Adami lascia un ricordo senza tempo. La posizione ad anfiteatro di quel vigneto a Colbeltardo, fascia collinare rivolta a mezzogiorno, che collega Conegliano a Valdobbiadene, nell'Alta Marca Trevigiana, fu un’intuizione. Il*Riva Giardino Asciutto fu il vino del primo vero Cru a Valdobbiadene, presentato nel 1933 alla Prima Mostra Mercato dei Vini Tipici d’Italia a Siena. Innumerevoli i tentativi di plagio: in Croazia il “Prošek", in Brasile il “Prosecco Garibaldi"e l’austriaco “Rich Prosecco” promosso da Paris Hilton in versione lattina.Nel 1969, a tutela del Made in Italy, venne assegnata la Denominazione di Origine Controllata a Conegliano e Valdobbiadene che, assieme ai Colli Asolani, rientra oggi a pieno titolo nella Denominazione di Origine Controllata e Garantita. Valdobbiadene Prosecco Docg Sul Lievito Frizzante “SurLie, Glera 100%. Alc. 11%. Testimone della tradizione trevigiana, non filtrato e fermentato in bottiglia. I Lieviti sono naturali e la presa di spuma avviene spontanea a primavera. Garantisce un’ottima conservazione e massima digeribilità con residuo zuccherino nullo (0 g/l).Appena dorato con perlage fine, fragrante  con sensazione di pane e pasticceria che si affineranno nel tempo. Seguono pesca noce, susina e lycis. Sfumature di erbe aromatiche e nocciola fresca in chiusura.Coerente il