a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
 

Estate, vino e alcolici: l’alcool e le alte temperatura non vanno d’accordo

Qualche bicchiere di troppo, succede complici le serate in compagnia di amici e il caldo che invita a bere. Sete, tanta sete la mattina dopo

E’ questo l’effetto più visibile e immediato della disidratazione che avviene quando si è bevuto molto. L’alcool infatti è un potente diuretico che porta a urinare più del normale con conseguente perdita di molti nutrienti essenziali come vitamine e sali minerali. La disidratazione causata dall’alcool può anche aumentare l’acidità nello stomaco e nell’intestino, causare bruciori alla gola e alla bocca dello stomaco.

Attenzione ai diabetici in quanto molto alcool può portare a produrre troppa insulina con conseguente calo di zuccheri nel sangue. Bere alcool ma non di giorno – raccomandano gli esperti – meglio la sera facendo attenzione a mantenere il corpo sempre idratato con assunzioni frequenti di acqua che può aiutare a minimizzare l’effetto di alcool nel corpo.

Cosa bere allora?

Meglio la birra a bassa gradazione alcolica, tipo le messicane. Dissetano di più rispetto le scure o al doppio malto. Lo stesso discorso vale per il vino: meglio evitare quello ad alta gradazione. Più elegante lo champagne che da un tocco di maggior effetto all’atmosfera. Se siete un poco a corti di soldi il prosecco è perfetto. Superalcolici sempre con ghiaccio evitando di berli lisci, troppo alcool. Al rum molto dolce e certo non dissetante, meglio preferire il mojito senza esagerare: è sempre pieno di zucchero di canna e la disidratazione è dietro l’angolo.

Allora? Meglio un long drink tipo vodka e lemon: sono più freschi, dissetanti e l’alcool è diluito dalla presenza dell’analcolico.

Condividi sui social network