a

I Tag di Vinosano
Rubrica di Emanuela Medi
 

Amacos 2018: il vino che racconta l’antico Lazio 

Esperimento interessante  con affinamento in botte grande per due vitigni autoctoni del Lazio: Malvasia Puntinata e Bombino Bianco in blend: Amacos 2018 è un prodotto realizzato dall’azienda vitivinicola Luigi De Sanctis collocata in una delle zone più affascinanti del Lazio, precisamente a Frascati nell’antico Lago Regillo carico di storia  millenaria.

Abbiamo voluto utilizzare per la prima volta  nella storia della vinificazione del Frascati -dice Francesco De Sanctis enologo- la botte grande da 20 ettolitri invece dell’acciaio o  della barrique  in rovere francese per dare  ad Amacos una maggiore eleganza e rotondità non eccessivamente nervosa diciamo un poco alla borgognona senza  che prevalga il legno  sul prodotto che vogliamo rimanga espressione del territorio laziale, in questa zona vulcanica e ad alta acidità” . Un inversione di rotta  rispetto all’acciaio molto utilizzato nel’affinamento del Frascati per un vino facilmente bevibile, semplice, fresco da bersi nell’annata.
Amacos
ha l’ambizione di essere qualcosa di diverso e le premesse ci sono tutte anche nell’invecchiamento possibile in due vitigni autoctoni quali la Malvasia Puntinata e il Bombino Bianco.

Degustazione

Affinamento in botte grande per otto-nove mesi e ulteriore passaggio in bottiglia per circa due mesi: Amacos nonostante l’annata 2018 piovosa , non delle migliori da un punto di vista climatico,  si presenta con un bel colore dorato  intenso tipico del Bombino bianco il cui acino molto piccolo ma corposo conferisce all’uva il caratteristico colore  giallo carico. Il corredo odoroso sottolineato dalla nota agrumata della Malvasia Puntinata si amplia con la nocciola, il lime, il bergamotto, la pesca gialla: un mix di floreale e iodato spento nelle sue espressioni troppo spigolose  dalla botte grande   che ingentilisce l’alta acidità in parte dovuta all’annata piovosa del 2018 e in parte   al Bombino Bianco, ricordiamo utilizzato  per questa caratteristica , come base per spumanti.

Il blend (80% malvasia e 20% Bombino) è stato accuratamente studiato per dare , freschezza, mineralità, sapidità e giusta aromaticità a un prodotto caratterizzato dalla nota acida molto presente ma che non disturba tanto da risultare facilmente bevibile. Certo manca un maggior tempo di affinamento per evolversi. “Il nostro obiettivo- dice l’enologo- è di portarlo a un anno in botte grande e altrettanto in bottiglia  possibile grazie alla giusta struttura della Malvasia Puntinata . Con Amacos prosegue Francesco ,abbiamo voluto rappresentare il nostro territorio con una vinificazione moderna, ma senza  stravolgere l’essenza dei nostri vini nati in terra vulcanica che non hanno bisogno  di vitigni internazionali “  Con i suoi 13° risulta un ottimo compagno per un tutto pasto che non disdegna i formaggi forti. Ancora meglio se bevuto nelle serate dal cielo di velluto..

Emanuela Medi, sommelier

Tag degli articoli
Condividi sui social network
Scritto da

VINOSANO nasce nel 2014 come naturale proseguimento di VIVERE FRIZZANTE, edito Diabasis, un saggio di Emanuela Medi giornalista scientifica che ha voluto indagare sul rapporto ”vino e salute”. Dati, ricerche , interviste hanno messo in luce i tanti aspetti positivi per la salute, ma anche negativi della più antica bevanda della storia. Ma allora, come oggi, il bere positivo ha un significato più profondo: parla di noi. VIVERE FRIZZANTE come VINOSANO: un percorso nella trasversalità del vino